Badelj forza i tempi per il campo, non per la firma. Le contromosse di Corvino.

Milan Badelj potrebbe essere l’arma in più per la Fiorentina contro il Napoli. Il centrocampista croato sta provando il recupero per scendere in campo contro gli azzurri di Sarri. Intanto per il rinnovo di contratto il tempo stringe. L’offerta della Fiorentina e i possibili sostituti.

Il prossimo futuro della Fiorentina ruota attorno a Milan Badelj. Il centrocampista croato, faro del centrocampo, potrebbe essere decisivo per giocarsi le ultime chanches di corsa all’Europa League. Stefano Pioli e lo staff medico sperano già di poterlo schierare contro il  Napoli. Tutto dipenderà da questa settimana nella quale il giocatore proverà a calciare il pallone dopo la fase di riposo e di fisioterapia. Anche sul fronte calciomercato è lui il nodo da risolvere per Pantaleo Corvino. La Fiorentina ha proposto un rinnovo di contratto con un ingaggio raddoppiato, dagli attuali 800.000 Euro a 1,6 milioni di Euro a stagione. Uno stipendio da top player per le casse viola. Badelj si sta prendendo il suo tempo per decidere, sapendo che può sedersi al tavolo della trattativa quando vuole.

Ma il tempo stringe e la concorrenza per il giocatore croato, che a giugno sarà svincolato a parametro zero, è ampia. Roma, Siviglia e Milan stanno monitorando da vicino la situazione del giocatore, che molto probabilmente darà un peso fondamentale nella sua scelta al poter disputare la prossima Champions League. Il direttore generale Corvino nel frattempo ha una lunga lista di giovani talenti che potrebbero riempire la casella del centrocampo, nel caso Badelj optasse per l’addio alla maglia viola. Manuel Locatelli del Milan, classe 1998, è un nome che piace tanto e che è seguito da tempo (LEGGI QUI). Altro prospetto interessante è quello Alberto Grassi classe 1995 attualmente in forza alla SPAL ma di proprietà del Napoli.

 

Condividi