Curva Fiesole, media, ACCVC: adesso tocca ai Della Valle.

I tifosi chiamano i Della Valle ‘a rapporto’. Dopo la Curva Fiesole e i media sportivi, ieri è toccato all’ACCVC prendere posizione sulla situazione di stallo fra proprietà e Fiorentina.

Tifoseria viola in fermento? Sarebbe meglio dire in attesa. Ieri l’ACCVC, centro coordinamento dei viola club, ha diramato una nota ufficiale nella quale si chiede un incontro con la proprietà della Fiorentina, nelle persone di Diego e Andrea Della Valle. Sul tavolo le intenzioni societarie. Ad agosto 2018 un primo abboccamento era stato fatto da alcuni esponenti della Curva Fiesole, poi finito in un nulla di fatto. A dicembre 2018 era toccato alla stampa fiorentina di settore lanciare l’iniziativa del #confrontoviola per un incontro-dibattito aperto alla stampa, alle istituzioni e ai rappresentanti del tifo.

Ieri, 9 gennaio 2019, dopo una riunione al Museo del Calcio di Coverciano, alla quale ha partecipato l’85% dei club affiliati, è toccato al Centro Coordinamento Viola Club prendere posizione. Ecco un estratto della nota diramata dal presidente Pucci: “Proprio perché l’unico vero obiettivo e interesse da perseguire è il bene della Fiorentina è stato deciso di chiedere un incontro ufficiale alla proprietà per capire cosa intenda concretamente fare per il bene della squadra…“. Ribadendo il sacrosanto diritto al dissenso e “la libertà di ognuno di contestare, purché in modo civile e costruttivo. Il malcontento è diffuso e non solo nei confronti della proprietà“. Da qui la richiesta di un incontro chiarificatore per capire se è in atto un ridimensionamento oppure no.

La palla adesso è in mano ai Della Valle. Firenze attende solo chiarezza una volta per tutte, senza mediazioni e senza note ufficiali. Perché se il bene comune sta davvero a cuore a tutti, bisogna dimostrarlo prendendocene cura tutti insieme ognuno per la sua parte.

Errebì72