Dopo Pioli, ecco Donadoni De Zerbi: gli indizi per l’uno e per l’altro.

Quali sono i nomi più gettonati dagli addetti ai lavori per il dopo Pioli sulla panchina della Fiorentina? In vantaggio Donadoni e De Zerbi. Ecco gli indizi pro e contro le due ipotesi.

La posizione di Stefano Pioli sarà valutata solo dopo il termine della stagione. Europa League lontana, ma matematicamente ancora possibile. Semifinale di ritorno di Coppa Italia da giocare contro l’Atalanta. Ogni decisione da parte dei vertici di ACF Fiorentina è così rimandata a maggio. Intanto però, dopo le dichiarazioni del tecnico gigliato in scadenza di contratto, impazzano i nomi dei possibili successori. I due più accreditati, al di là di ipotesi fantasiose come Maurizio Sarri, sono Roberto Donadoni e Roberto De Zerbi. Ecco gli indizi che depongono a favore o contro le due ipotesi.

A favore dell’ex ct della Nazionale depone la precedente collaborazione con Pantaleo Corvino ai tempi del Bologna. Secondo il sito Firenzeviola.it ci sarebbe già stato un primo incontro tra il direttore generale viola e lo staff dell’ex fantasista del Milan. Sarebbe questa possibilità la vera ragione per la quale Donadoni ha rifiutato di tornare sulla panchina del Bologna dopo l’esonero di Filippo Inzaghi?

D’altro canto le indiscrezioni di Sassuolonews.net riferiscono che la dirigenza viola avrebbe effettuato dei primi sondaggi anche con il tecnico Roberto De Zerbi. In questo caso le difficoltà sono legate alla volontà della società neroverde che al tecnico bresciano ha affidato il nuovo ciclo tecnico per il dopo Di Francesco.

Per approfondire l’argomento non mancare la puntata LIVE di GazzaViola Radio in programma domani sabato 16 marzo, dalle ore 10 alle 11.30. Leonardo Andreini e i suoi ospiti parleranno del dopo Pioli con Giulio Biasin agente FIFA e analizzeranno il risultato di Cagliari Fiorentina con l’ex allenatore rossoblu Franco Colomba e con il giornalista Sergio Cadeddu di Cagliarinews24.com.

Condividi