Fiorentina a giudizio a gennaio 2018. Parla il legale della società.

Fiorentina e calciopoli. Il 24 gennaio 2018 è fissata l’udienza preliminare . Il gup deciderà se rinviare o meno a giudizio i vertici della società.

Il Fatto Quotidiano torna oggi ad occuparsi della coda giudiziaria di calciopoli, che vede la Fiorentina chiamata in causa nei suoi vertici societari dal Bologna di Gazzoni Frascara (LEGGI QUI). In ballo ci sono i mancanti accantonamenti di bilancio da parte di ACF Fiorentina per eventuale risarcimento al Bologna FC. Oggi l’avvocato del cda viola, Nino D’Avirro, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

Il 24 gennaio 2018 è stata fissata l’udienza preliminare davanti al gup di Firenze per verificare se esistano o meno le condizioni per il rinvio a giudizio dei componenti del cda“.

L’avvocato ha ricordato che la procura di Firenze si era espressa per archiviare la denuncia, ma il gip Matteo Zanobini, un paio di mesi fa, ha chiesto l’imputazione coatta per 16 persone. Adesso è fissata la data per l’udienza dal gup, ovvero il giudice per l’udienza preliminare. La richiesta del patron del Bologna ammonta a 113 milioni di Euro, una richiesta danni nei confronti dei massimi dirigenti di Fiorentina e Juventus: Diego e Andrea Della Valle, Sandro Mencucci, Luciano Moggi e Antonio Giraudo.

Condividi