Masiello come Chiesa? “Anche io insultato a Firenze”. Il punto della Gazza.

Lo stadio di Bergamo ostile a Federico Chiesa, Andrea Masiello difensore Atalanta a RMC Sport spiega motivi: tutto è iniziato nella gara d’andata, “Alla fine te ne fai una ragione”.

Il venticello polemico ha sortito il suo effetto e le parole di Giampiero Gasperini “Il ragazzo sarà fischiato in ogni stadio d’Italia” hanno ottenuto il primo risultato. Domenica pomeriggio in Atalanta Fiorentina, Federico Chiesa è stato subissato di fischi ad ogni pallone giocato. Il che, detto per inciso, non gli ha impedito di chiamare Gollini ad una respinta super di piede – che sarebbe valsa il 2-0 gigliato – né di colpire una traversa nella ripresa. E forse Gasperini – e chi come lui – dovrebbe cominciare a ragionare sul fatto che il ragazzo prende tanti fischi perché, come tutti i giocatori sopra la media, in ogni azione può creare un pericolo… Come ha spiegato il general manager viola, Giancarlo Antognoni: “Se è troppo veloce e forte fisicamente per essere fermato, saltare diventa legittima difesa per evitare che i contrasti diventino ancora più duri“.

E chissà se il buon Gasp avrà il coraggio di dire, dopo l’episodio del ‘dubbio’ rigore al San Paolo a favore della Juventus, che anche CR7 rischia di farsi la nomea di cascatore. Ma forse il cascatore è tale solo quando non indossa una divisa con i giusti colori. Chissà… Del resto è risaputo che, da quelle parti, molte testate locali si sono schierate a favore della Juventus nella lotta scudetto contro il Napoli. Questioni territoriali: “Almeno lo scudetto lo vince una squadra del Nord“. E anche su questo fatto si potrebbe sindacare a lungo, ma diamogliela vinta così senza ulteriori polemiche…

Fatto sta che parlando dell’episodio, Andrea Masiello – difensore della Dea – ha così commentato ai microfoni di RMC Sport: “Tra noi giocatori c’è dialogo, non possiamo giudicare ciò che avviene fuori dal campo. È chiaro che è iniziato tutto nella gara d’andata, dopo l’episodio del rigore per i viola. Anche io a Firenze ho preso tanti insulti, ma alla fine te ne fai una ragione. Fa parte del nostro lavoro e bisogna guardare avanti“.

Sì scusate – con tutto il rispetto – ma Andrea Masiello chi?

Errebì72