Milan in Europa League? Domani passaggio chiave. Le date per la decisione.

Il Milan ha fatto ricorso di urgenza al Tribunale arbitrale dello Sport. Nel frattempo gioca le sue carte al tavolo della cessione societaria. Domani scadenza per il patron Yonghong Li. Termine ultimo per la decisione relativa alla partecipazione in Europa League giovedì 19 luglio.

Venerdì 6 luglio mister Yonghong Li dovrà versare 32 milioni di Euro al fondo Elliott per garantire l’aumento di capitale del Milan. Se il patron cinese non rispetterà questa scadenza, la società rossonera passerà nelle mani del fondo americano. Ecco come la situazione societaria complessa del Milan può influire sulla sentenza di appello del TAS.

Ieri Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 ore, ha espresso un’opinione su quanto sta accadendo in casa Milan e sulle possibili ripercussioni in ottica squalifica dalle coppe europee. “Fare un pronostico è difficilissimo… Molto dipenderà da come il Milan si presenterà: con l’attuale proprietà, oppure con una nuova. Effettivamente il dispositivo della sentenza parla del triennio 2014-2017, ma poi nelle motivazioni alla condanna si fa chiaramente riferimento ad una proprietà poco credibile. In poche parole se fosse stato solo per il deficit, come accaduto anche per altre società, la pena probabilmente non sarebbe stata la squalifica dalle coppe. Se il Milan si presenta con la proprietà attuale ha scarse possibilità di vedersi ribaltata la sentenza, anche se non nulle, con una nuova proprietà ne avrebbe invece molte di più“.

Domani sarà una giornata chiave per saperne di più. La proposta del magnate italo americano Commisso è stata rispedita al mittente da Mister Li. Il proprietario del Milan ha dichiarato di avere disponibilità dei 32 milioni necessari per l’aumento di capitale. La scadenza è venerdì 6 luglio. Se il debito sarà onorato tutto slitterà ad ottobre quando dovrà sborsare al fondo ben 303 milioni di Euro. In questo caso, la sentenza del TAS non potrebbe essere che una conferma di quanto espresso dalla Commissione per il Fair Play Finanziario UEFA: Milan escluso dall’Europa League. Atalanta ai gironi e Fiorentina ai preliminari. Se invece domani Yonghong Li si rivelasse un bluff allora tutto passerebbe nelle mani del fondo Elliott con il quale Commisso, presidente dei New York Cosmos, potrebbe iniziare una trattativa diretta.

Condividi