Il giudice sportivo avverte Pezzella e De Rossi: tolleranza zero per le fasce personalizzate.

German Pezzella e Daniele De Rossi sono gli ultimi capitani ribelli della Serie A. Nell’ultimo turno di campionato hanno indossato le loro fasce e non quella uniformata imposta dalla Lega. Il comunicato della Lega li avvisa: il giudice sportivo non perdonerà più.

Dal prossimo la diffida e se la regola della fascia unica sarà ancora trasgredita scatterà la sanzione. Vedremo se economica, come molto probabile, o sportiva.

Questo il comunicato che avvisa i trasgressori: “Il Giudice Sportivo, facendo seguito a quanto comunicato con CU n. 24 del 28 agosto 2018, in relazione al nuovo Regolamento delle divise da giuoco della Lega Serie A pubblicato il 25 agosto 2018 (CU n. 23), comunica che, essendosi verificate disomogeneità informative, le eventuali determinazioni conseguenti alla violazione delle sopra riportate prescrizioni verranno assunte dallo scrivente Organo, ai sensi del CGS, a partire dal prossimo turno del Campionato di Serie A Tim“.

Per adesso, sono due i capitani della Serie A che nell’ultimo turno hanno continuato ad indossare le loro fasce personalizzate: De Rossi della Roma e Pezzella della Fiorentina. Il giallorosso indossa sul braccio una dedica alla Magica, riprendendo un coro della Curva Sud: “Sei tu l’unica mia sposa, sei tu l’unico mio AMOR“. Il viola invece indossa la fascia che fu di Davide Astori, dove campeggiano le iniziali del capitano scomparso accompagnate dai simboli dei quattro quartieri di Firenze. Una rinuncia alla memoria che sarebbe difficilmente digerita da squadra, società e tifosi. Il braccio di ferro continua?

Condividi