La Sampdoria dice no: Fiorentina in campo il 4 marzo?

Spal Sampdoria e Atalanta Fiorentina: l’ipotesi di invertire i due match non convince i blucerchiati. I viola sarebbero così costretti a giocare lunedì 4 marzo, nel primo anniversario della morte di Davide Astori.

Un autentico braccio di ferro per il calendario di Serie A. Come vi abbiamo raccontato, esigenze televisive, Coppe nazionali e internazionali costringono la Lega Calcio ad incastri stile puzzle. Milan, Lazio, Fiorentina, Atalanta, Sampdoria le squadre maggiormente interessate (LEGGI QUI). In particolare, la Fiorentina chiede un pari trattamento nei confronti dell’Atalanta che incontrerà per due volte, fra campionato e Coppa Italia, nel giro di una settimana. Mentre i viola giocheranno contro l’Inter in casa il 24 febbraio in gara serale, gli orobici giocheranno contro il Toro a Torino il 23 pomeriggio con alcune ore di recupero in più. Le due compagini infatti si troveranno di fronte mercoledì 27 allo Stadio Franchi per la semifinale di andata di Coppa Italia. E poi ancora il 4 marzo, a Bergamo, per il posticipo di Serie A.

Ed eccoci al secondo nodo: la Fiorentina non vuole giocare il 4 marzo, giorno del primo anniversario della morte del suo capitano Davide Astori. La gara individuata per lo switch poteva essere Spal Sampdoria in programma domenica 3 marzo alle ore 15. Ma il quotidiano genovese Il Secolo XIX riferisce che la società doriana, dopo il confronto con il tecnico Marco Giampaolo, non avrebbe dato la disponibilità. Anche in questo caso, c’è di mezzo l’Atalanta. I blucerchiati infatti non vogliono avere un giorno in meno di recupero in vista dello scontro diretto per l’Europa contro i bergamaschi in programma il 10 marzo alle ore 15 allo Stadio Ferraris.

Il braccio di ferro continua!