È Saponara la chiave del rebus a centrocampo per la Fiorentina?

Riccardo Saponara recuperato, Milan Badelj out per infortunio. Contro la Spal un centrocampo inedito e prove tecniche per il futuro?

Il prossimo futuro per la Fiorentina si chiama Spal. I gigliati giocheranno contro gli estensi, a Ferrara, domenica 19 novembre alle 15. Pioli farà i conti con la probabile assenza di Milan Badelj uomo insostituibile del centrocampo viola, alle prese con un infortunio muscolare. Il croato pare però una pedina a termine, perché se non si troverà a breve un accordo per il rinnovo sarà svincolato (LEGGI QUI). La soluzione, in attesa di tornare sul mercato a gennaio, potrebbe essere già in casa e porta il nome di Riccardo Saponara. L’ex Empoli, arrivato a gennaio 2017 per otto milioni di Euro, è ancora un oggetto misterioso.

Qualità tecniche e capacità di innescare gli attaccanti sono i suoi punti di forza. Un trequartista, insomma, ovvero un ruolo dove le soluzioni in casa viola non mancano, da Eysseric a Lo Faso. La Fiorentina è invece scarsa numericamente sulla mediana: Benassi e Veretout sono la parte dinamica e da incontrista, ma se si esclude Badelj manca un vero cervello. Saponara in un ruolo di regista alla Andrea Pirlo o alla Borja Valero, quindi, potrebbe essere una mossa plausibile per tamponare le emergenze, ma anche per studiare piani tattici alternativi per il futuro. Il giocatore ha piede e capacità di leggere le azioni.

La ripresa del campionato segnerà finalmente l’occasione di un nuovo inizio anche per lui?

Condividi