Veretout Vecino, il confronto parla chiaro: è lui la ‘corvinata’ della stagione.

Jordan Veretout, motorino di centrocampo con il vizio del gol, è la rivelazione della Fiorentina 2017/18. Anche perché a lui spettava il compito non facile di sostituire Matias Vecino. Ecco il confronto stagionale fra i due giocatori.

Borja Valero e Matias Vecino erano il centrocampo della Fiorentina della scorsa stagione. L’Inter ha sborsato ai viola quasi 30 milioni di Euro per i loro cartellini. Nel modulo di Stefano Pioli il sostituto dello spagnolo è diventato Milan Badelj, cervello e metronomo del gioco gigliato. Ma per Vecino, motore della mediana, Pantaleo Corvino si è dovuto inventare un colpo di calciomercato. Fra lo scetticismo generale è approdato a Firenze: Jordan Veretout. A otto giornate dalla fine, i numeri parlano chiaro. Scommessa vinta dal direttore generale della Fiorentina. Ecco il confronto numerico fra i due giocatori.

Matias Vecino, classe 1991, 25 presenze, 2 reti, 2054 minuti giocati, 6 ammonizioni. Costo del cartellino pagato dall’Inter alla Fiorentina: 24 milioni di Euro. Valutazione attuale stabile. Contratto di 4 anni, a 3 milioni di Euro a stagione.

Jordan Veretout, classe 1993, 29 presenze, 5 reti (1 rigore), 2734 minuti giocati, 8 ammonizioni. Costo del cartellino pagato dalla Fiorentina all’Aston Villa (era al Saint-Etienne in prestito): 7 milioni di Euro. Valutazione attuale circa 12 milioni di Euro. Contratto di 5 anni. Ingaggio annuale di poco inferiore al milione di Euro.

Questi i freddi numeri della stagione in corso. L’inizio per Veretout è stato esaltante, poi un calo dopo la pausa invernale fra dicembre e gennaio. Adesso il francese è tornato su standard molto alti ed è un perno insostituibile nel gioco di Pioli. Prestazioni che hanno acceso i riflettori del calciomercato su di lui, specie in Ligue 1. Difficilmente la Fiorentina se ne priverà, anzi è probabile un ritocco al contratto per legare Jordan al progetto viola.

Condividi