La deroga per la stagione di Serie A 2018 / 2019 è scaduta. Così la Fiorentina ha provveduto a rinnovare la richiesta per fare indossare anche nel prossimo campionato la fascia da capitano personalizzata di Davide Astori. Adesso tocca alla Lega Calcio rispondere.

Sarà ancora German Pezzella il capitano della Fiorentina. Salvo ribaltoni di calciomercato al momento molto improbabili, nonostante la corte serrata della Roma al difensore argentino. E quindi toccherà proprio a Pezzella – come già nella scorsa stagione – indossare la fascia personalizzata di Davide Astori. Le iniziali DA, il numero 13 e i simboli dei 4 Quartieri di Firenze. Una fascia carica di significato: per la storia tragica alla quale è legata, ma anche per il senso di appartenenza sulla quale la nuova dirigenza spinge forte. E così sull’onda di quanto fatto nella scorsa stagione la Fiorentina chiederà una deroga alla Lega Calcio per indossare la fascia personalizzata di Astori e non quella standard con la scritta “Capitano”.

Nella scorsa stagione di Serie A, come vi avevamo raccontato, la Lega Calcio aveva chiuso un occhio per i primi turni. Tanto che sia Pezzella, che De Rossi avevano contravvenuto nelle prime 3 giornate. Gli organi di controllo del calcio erano a quel punto intervenuti con questa nota ufficiale.

Questo il comunicato che avvisa i trasgressori: “Il Giudice Sportivo, facendo seguito a quanto comunicato con CU n. 24 del 28 agosto 2018, in relazione al nuovo Regolamento delle divise da giuoco della Lega Serie A pubblicato il 25 agosto 2018 (CU n. 23), comunica che, essendosi verificate disomogeneità informative, le eventuali determinazioni conseguenti alla violazione delle sopra riportate prescrizioni verranno assunte dallo scrivente Organo, ai sensi del CGS, a partire dal prossimo turno del Campionato di Serie A Tim“.

Daniele De Rossi, oggi accasatosi al Boca Junior, non continuò la sua battaglia per rispetto della Fiorentina e di Davide Astori: “So cosa significa quella fascia per la Fiorentina“. E così la Viola è rimasta l’unica squadra di Serie A a non uniformarsi alla regola. Vedremo se sarà così anche nella prossima stagione 2019 / 2020. La nuova dirigenza ha fatto i suoi passi per continuare una ‘battaglia’ giusta. Adesso tocca alla Lega Calcio…

Errebì72

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui