Attacco Fiorentina: quali sono le strategie possibili e i nomi in ballo per il prossimo calciomercato di gennaio? Facciamo il punto della situazione.

In diretta su SkySport prima di Juventus Fiorentina, il DS Pradè ha mostrato un accenno di nervosismo in merito alla questione attacco Fiorentina. “Interverrete per cercare un attaccante a gennaio?” gli è stato domandato. “Se ci aiutate a trovarlo, sono il primo a prenderlo“, ha risposto il dirigente gigliato.

Del resto c’è da capirlo: Pradè e la dirigenza viola non hanno ancora individuato una prima punta all’altezza, da quando hanno preso il mandato. Pedro, Boateng, Cutrone, Kouame sono tutti giocatori che per un motivo o per l’altro non hanno reso secondo le aspettative.

Attacco Fiorentina: chi affiancare / alternare a Vlahovic?

Dopo la gara contro la Juve e i tre punti essenziali e prestigiosi allo Stadium, la posizione di Dusan Vlahovic – già molto salda – si è ulteriormente rafforzata. L’attaccante serbo classe 2000 gode della massima fiducia di mister Prandelli che su di lui ha avuto un effetto ‘miracoloso’: non solo 3 reti in 3 gare, ma prestazioni convincenti.

È ovvio però che il solo Vlahovic non può bastare, specialmente con ricambi che sembrano avere la valigia in mano. Il primo dei quali è Patrick Cutrone. L’ex Milan, di proprietà del Wolverhampton, cercava in maglia viola il riscatto personale in Serie A. Purtroppo per lui le cose sono andate diversamente e a gennaio proverà a raggiungere il suo obiettivo con un’altra maglia. Si parla del Genoa, col quale la Fiorentina sta cercando di intavolare una possibile trattativa per Gianluca Scamacca.

L’attaccante classe 1999 è seguito anche da Roma e Milan e il suo cartellino è di proprietà del Sassuolo che potrebbe accettare il solo pagamento del prestito, riservandosi la possibilità di discutere l’eventuale cessione a fine stagione. Aggiungiamo poi che puntare ancora su un giovane, dopo i fallimenti di Pedro e Cutrone, potrebbe essere un rischio. Stando così le cose, quotiamo l’affare Scamacca Fiorentina è possibile al 30%.

Anche Krzysztof Piatek è tornato di moda. Il polacco, non è un mistero, vuole tornare in Serie A ed è già stato sondato in estate per l’attacco Fiorentina. Ha un ingaggio molto oneroso da 3 milioni di euro e nelle ultime ore si vocifera di un clamoroso ritorno al Genoa. I rischi di un’operazione rilancio sono inoltre molto elevati. Ecco perché Piatek Fiorentina lo quotiamo possibile al 30%.

Felipe Caicedo è in rotta con la Lazio. L’attaccante ha continuità nel gol ed esperienza e, come sottolinea il Corriere della Sera (ed. Roma), la moglie del calciatore ama Firenze e lui vi si trasferirebbe volentieri“. L’attaccante però ha 32 anni e percepisce 2,5 milioni di euro annui (fino al 2023), inoltre il presidente Lotito non vuole fare sconti: il cartellino è quotato 7/8 milioni di euro, mentre la Fiorentina non vorrebbe superare i 5 milioni. Eppure a nostro avviso, sulla carta, questo è l’affare più probabile: Caicedo Fiorentina, al 55%.

Infine la situazione di Christian Kouamé, ex Genoa, anche lui come Cutrone arrivato a gennaio 2020, reduce da mesi di inattività dopo un brutto infortunio. L’attaccante ha chiesto un incontro con i dirigenti della Fiorentina per capire quali sono le intenzioni del club sul suo futuro. Il giocatore ivoriano piace al Crystal Palace, che lo aveva conteso alla Fiorentina e la sensazione è che davanti ad un’offerta soddisfacente potrebbe anche partire.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui