Joe Barone è decisamente il front man della Fiorentina almeno in attesa del ritorno in Italia del presidente Commisso. Il dirigente viola non si sottrae mai nel parlare di calcio e ieri ha rilasciato un’intervista a La Nazione che lascia spazio alla fantasia per il prossimo calciomercato.

Joe Barone si è così espresso in un’intervista a La Nazione: “Stiamo lavorando per il prossimo campionato, cercando di fare una squadra molto competitiva per i calciatori che vogliono rimanere qui, giocare nella Fiorentina e in questa città. Ce l’ho un giocatore che mi piace tanto e con Daniele sto cercando di portarlo a Firenze, quindi non si può dire…“.

In soldoni, la Fiorentina nel prossimo calciomercato agirà su due fronti: convincere i suoi pezzi forti a restare, vedi Milenkovic e Chiesa. Il difensore serbo è nel mirino del Napoli, mentre l’attaccante, si sa, piace alla Juventus ma anche al Manchester United. Ma è la seconda parte della frase che accende la fantasia dei tifosi viola: chi è il giocatore che piace e che la Fiorentina sta provando a trattare?

Chi sarà il giocatore che piace a Barone?

Inutile dire che i nomi impazzano, anche un po’ alla rinfusa. Alessandro Florenzi e Radja Nainggolan sono stati accostati più o meno recentemente alla Fiorentina. L’idea di costruire un’ossatura italiana per la squadra, sempre ribadita da Commisso, farebbe propendere l’ago della bilancia verso l’ex capitano della Roma. Del resto il Ninja potrebbe avere voglia, dopo un’annata strepitosa a Cagliari, di prendersi la sua rivincita con la maglia dell’Inter. Altrettanto improbabili, o forse anche di più, sono Sandro Tonali e Ruslan Malinovskyi. Sul centrocampista del Brescia si scatenerà un’asta che probabilmente riguarderà solo Juventus e Inter, mentre l’atalantino potrebbe avere voglia di restare ancora una stagione in una piazza che al momento garantisce più luce in chiave europea.

Gettonatissimo il nome di Paquetà, anche lui accostato ad una possibile trattativa Fiorentina Milan. C’è poi un nome che sfiora l’utopia, ma che davvero fa un effetto ‘innesco bomba’ anche solo a scriverlo: quello di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese dovrà decidere cosa fare alla soglia dei 40 anni: se appendere gli scarpini al chiodo, oppure se cambiare maglia un’ultima volta. L’ipotesi Ibra è inverosimile, ma è suggestivo immaginarlo a fare da chioccia a quel Vlahovic che – con 20 anni di meno e tanti campo ancora da mangiare – a lui si ispira…

#errebì72

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui