Il calciomercato Fiorentina non è in stallo, tutt’altro. Si lavora per il colpo in attacco. La lista dei nomi è lunga e altisonante. Ma intanto nonostante le dichiarazioni di Pradè, Barone e Commisso, si parla di Chiesa e del suo ritorno sul ‘fanta-mercato’.

Il calciomercato Fiorentina ha portato in viola tre giovani di prospettiva come Zurkowski (classe ’97), Terzic (classe ’99) e Rasmussen (classe ’97). Ma è con la gestione di Daniele Pradè che siamo entrati nel vivo per dare sostanza alle promesse della nuova società, targata Commisso-Mediacom. Che la dirigenza viola si sia mossa con le idee chiare lo dimostrano gli acquisti di Lirola, Boateng, Badelj e Pulgar. Quattro giocatori funzionali al progetto tattico, che apportano ciascuno in maniera e in forma diversa qualità, grinta, gioventù o esperienza. Badelj e Pulgar sono la nuova asse di centrocampo: il croato metronomo e allenatore in campo, il cileno di gamba, con inserimenti importanti e produttivi. Lirola è il fra i migliori terzini destri di prospettiva della Serie A. Boateng ha esperienza internazionale e caratura di personalità di primo livello.

E adesso si aspetta il colpo in attacco: arriverà un’ala o un centravanti di peso? I nomi sono tanti, troppi. Ma magari nel mucchio c’è quello anche quello buono… Politano, Keita Baldé, Suso, De Paul, Ribery, Rafinha e poi i due nomi più ‘golosi’, per un motivo o per un altro, ma soprattutto più intriganti mediaticamente: Ibrahimovic e Balotelli.

Super Mario evergreen

Su Balo, ci siamo già espressi. Ammettiamo che Pradè abbia fatto pre tattica dichiarando a chiare lettere (per rinfrescarsi le idee basta dare un’occhiata a questo video del 25 luglio): “È fortissimo, un bravo ragazzo ma non rientra in quello che vogliamo fare noi“. Si tratterebbe comunque di una scommessa molto onerosa: l’attaccante ex Inter, Milan, Manchester, Liverpool, Nizza, OM guadagna quasi 4 milioni di euro. E a giudicare dalle ultime notizie di calciomercato non ha ancora le idee ben chiare sul suo prossimo futuro. Sospeso fra un contratto molto ricco, quello del Flamengo in Brasile (15 milioni per 18 mesi di contratto) e un ritorno a casa, in Serie A, col Brescia. Vedremo cosa gli suggerirà il suo procuratore Mino Raiola dopo l’incontro di oggi coi dirigenti del Flamengo…

Calciomercato Fiorentina: ripartire da Federico Chiesa

E poi c’è Federico Chiesa. Quando le piste concrete latitano e si è finito la lista del cosiddetto ‘casting’, il suo è un nome sempre buono per tenere viva l’attenzione dei tifosi. E non tanto di quelli della Fiorentina, quanto di quelli di Juventus e Inter. Sì perché a leggere i titoli dei giornali sportivi, anche nazionali, si tratta di un affare fra la Vecchia Signora e la Beneamata. Ecco qualche esempio: “Federico Chiesa, il derby stellare tra Juve e Inter: guerra di mercato, i dettagli“; “Chiesa alla Juventus: il piano per il sorpasso“; “Scontro in Chiesa“. E questo, nonostante il contratto con la Fiorentina e le intenzioni rimarcate in ogni occasione possibile da Commisso e Barone (video). Chiesa resta. Per quanto è difficile dirlo.

Nel calcio l’unica certezza è che tutto può ribaltarsi in brevissimo tempo. L’altra certezza e che il 18 agosto per il debutto in Coppa Italia e il 24 agosto per la prima giornata di Serie A, Federico Chiesa indosserà la maglia numero 25 della Fiorentina. E che non faccia notizia è un problema degli altri…

Errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui