Sul sito argentino Eleco de Tandil Mauro Camoranesi, argentino naturalizzato italiano, parla del livello di bravura necessario per marcare i più forti attaccanti del mondo: Cristiano Ronaldo, Lionel Messi e Franck Ribery. Ecco cosa ha detto l’ex difensore della Juventus.

Mauro Camoranesi, 43 anni attuale allenatore del club sloveno Tabor Sezana, conosce bene il calcio di Serie A e quello internazionale. Punto fermo della Juventus per 8 stagioni, il centrocampista di origini argentine confronta le qualità dei più forti attaccanti al mondo. Ecco cosa ha dichiarato in un’intervista al sito del quotidiano argentino El Eco de Tandil:

A cominciare da Cristiano Ronaldo: “Non ho marcato stretto Cristiano, ma è stato facile giocare contro di lui. Quando ci siamo affrontati nella nazionale, si è limitato a provare dalla distanza e a tentare il passo doppio. La sua forza era la velocità e sapevi che dovevi accompagnarlo”. Niente di così complicato, quindi, rispetto a Leo Messi: “Messi l’ho incontrato. Fermarlo è impossibile. È un vero fenomeno“.

E nella lista dei top attaccanti, Camoranesi cita anche Franck Ribery della Fiorentina, ma leggenda del Bayern Monaco: “È stato uno dei più difficili per me. Aveva molta fantasia in spazi ristretti, voleva sempre la palla. Il compito era doppio non dovevi né farlo saltare, né farlo calciare“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui