Qualche settimana fa l’ennesima top 10 degli Under 21 più preziosi della Serie A. Immancabili Chiesa e Zaniolo ai vertici di questa aleatoria classifica. Il caso Kean insegna che se “una rondine non fa Primavera”, una sola stagione ad alti livelli non basta per incoronare un campione.

In questa fase iniziale di campionato brilla la stella di Nicolò Zaniolo. Il centrocampista della Roma ha già segnato 3 reti nella nuova stagione di Serie A ed è titolare inamovibile fra i giallorossi di Fonseca. Ieri Fabio Capello si è così espresso: “Reputo Zaniolo il più grande talento che c’è in questo momento in Italia: qualità, forza, tecnica e visione di gioco. Ce l’hanno in pochissimi. Quando arriva poi ai 20 metri può essere letale nel calciare in porta. Un talento“. L’ex allenatore di Milan, Juventus e Roma ha poi ricordato però che con i giovani bisogna andare cauti, come dimostra il caso Kean. L’ex Juve, classe 2000, si è trasferito all’Everton per 40 milioni di euro dove ha totalizzato meno di 300 minuti di gioco su 900 totali a disposizione. Marco Silva, tecnico dei Toffees, ha parlato di necessità di ambientamento. Una tecnica usata anche in casa Juventus da Massimiliano Allegri che centellinava i giovani innesti di talento, come Dybala e Bernardeschi.

Kean e Donnarumma: oscillazioni di valore non di talento

E comunque, nonostante veda poco il campo, Moise Kean si è comunque tolto la soddisfazione di rappresentare l’Italia nella lista dei 10 candidati al Premio Kopa, il Pallone d’Oro per gli Under 21 [Trofeo Kopa 2019 tutti i candidati].

Ecco quindi che se in generale le classifiche relative al valore di mercato dei giocatori sono suscettibili di molte oscillazioni, a maggior ragione lo sono quando si parla di giocatori ancora in formazione professionale. Chi non ricorda l’affare Gigio Donnarumma? Il rinnovo del contratto del portiere classe 1999 col Milan, nel 2017, a 6 milioni di euro netti a stagione e una clausola da 100 milioni in caso di qualificazione in Champions League. La sua quotazione oggi si attesta sui 55 milioni di euro. Donnarumma occupa la terza piazza della classifica più recente, quella del Corriere dello Sport ottobre 2019 con valori di Transfermarkt.

In questa medesima classifica, la seconda posizione è occupata da Federico Chiesa, classe 1997 e stellina della Fiorentina di Montella. L’attaccante, non al top della forma, deve ancora trovare la sua dimensione nella Viola dell’era Commisso. Squadra nella quale brillano al momento le luci del ‘vecchio’ Ribéry e di Castrovilli suo coetaneo e una delle sorprese più belle della Serie A 2019/2020.

Classifica Under 21 più costosi della Serie A: Chiesa, Zaniolo e gli altri

  1. De Ligt (Juve) 75 milioni
  2. Chiesa (Fiorentina) 60 milioni
  3. Donnarumma (Milan) 55 milioni
  4. Zaniolo (Roma) 40 milioni
  5. Milenkovic (Fiorentina) 30 milioni
  6. Tonali (Brescia) 30 milioni
  7. Kluivert (Roma) 23 milioni
  8. Leao (Milan) e Kouamé (Genoa) 22 milioni
  9. Elmas (Napoli) 17 milioni
  10. Bastoni (Inter) 15 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui