Bilancio di fine stagione per la Fiorentina di Rocco Commisso. “Un anno di transizione” lo ha definito il numero uno gigliato che ha comunque ribadito che nessuno ha investito tanto e subito, come lui. E per il futuro il suo pensiero su Chiesa e sui prossimi obiettivi.

Ai microfoni di SkySport al termine di SPAL Fiorentina (1-3) il presidente Rocco Commisso parla della stagione appena conclusa e dei piani per il futuro.

Abbiamo raggiunto il secondo obiettivo stagionale: arrivare alla sinistra della classifica e con la difesa numero uno del campionato di Iachini. Sono molto contento di questo, perciò ho riconfermato Iachini per la prossima stagione“. La conferma quindi che la decisione di lasciare la panchina viola all’allenatore subentrato a Montella è arrivata direttamente dal presidente, soddisfatto dei risultati raggiunti in corso d’opera.

Poi qualche accenno a quello che maggiormente interessa i tifosi viola: il futuro. “Quest’anno era un anno di transizione. Rispetto all’anno passato abbiamo fatto molto meglio. Di questo sono molto contento perché non tutti i presidenti che hanno comprato squadre in Italia hanno fatto meglio al primo anno. Obiettivi prossimi? Vogliamo stare sicuramente alla sinistra della classifica e se possibile vincere qualcosa… Quest’ultimo non è un obiettivo facile da conquistare, ma certamente vogliamo stare alla sinistra della classifica“. Del resto Commisso ci ha tenuto a ribadire che nessuno ha investito così tanto e soprattutto subito in Serie A al primo anno di gestione (investimenti superiori ai 300 milioni di euro fra acquisto società, calciomercato e nuovo centro sportivo di Bagno a Ripoli, ndr).

Poi inevitabile la domanda sul giocatore che più di ogni altro catalizzerà le attenzioni dei media: Federico Chiesa. “Io per Chiesa spero che voglia restare e che voglia continuare con la Fiorentina. Ma ha il permesso di fare le sue scelte, basta che i soldi siano giusti e tornino alla Fiorentina“. Infine sulle voci di calciomercato: “Mandzukic? Escono fake news, a partire da quella su De Rossi. Ho dovuto fare molte smentite. Nessuno ha parlato con me, nessun giornalista: bisogna dire le cose come stanno“.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui