Rocco Commisso è arrivato a Firenze da dove mancava da febbraio causa lock down per Covid 19. Il presidente della Fiorentina ha rilasciato alcune dichiarazioni sul calciomercato e sulla questione stadio.

Il presidente della Fiorentina è tornato a Firenze per seguire in prima persona tutte le operazioni di calciomercato e non solo. Del resto nell’agenda del club viola è cerchiata di rosso la voce “stadio nuovo”, mentre sono da seguire i progressi del centro sportivo di Bagno a Ripoli. Come ha rimarcato lo stesso Commisso: “Squadra, mercato, voglio occuparmi di tutto, compreso il centro sportivo. Voglio vedere il cantiere, occuparmi dello stadio. L’emendamento è una bella cosa […]. Fiducia? Ce n’è un po’ di più ma dobbiamo vedere le cose, non metto soldi se lo stadio non si fa come dico io“.

Sul calciomercato il presidente è allineato con i propri dirigenti, Pradè e Barone:

Condivido quanto ha detto Pradè: abbiamo una squadra già fatta, poi se avremo l’opportunità faremo qualcosa, ma ci sono ancora venti giorni. Negli ultimi due anni c’è stata una rivoluzione della squadra: l’85% dei giocatori sono arrivati negli ultimi due anni. Abbiamo fatto molti investimento a gennaio e l’anno scorso. Come finirà con Chiesa? Speriamo bene. Poi vedremo, una cosa alla volta […]. Abbiamo dei rinnovi da fare a Milenkovic, Pezzella e Chiesa. Lasciatemi parlare con Pradè, poi parlerò con i ragazzi. L’intenzione è fare una Fiorentina sempre più forte“.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui