6 giugno 2020 il primo compleanno della presidenza Rocco Commisso alla Fiorentina. Il presidente ha risposto alle domande di giornalisti e tifosi. Con una nota sulla situazione stadi in Italia e una lunga spiegazione sul nuovo stadio Fiorentina.

Iniziamo col mio grande “Grazie assai a tutti” così mi potete scherzare“, queste le prime parole di Rocco Commisso che festeggia il primo anniversario di presidenza alla Fiorentina. E poi i ringraziamenti istituzionali e non, per una giornata speciale. Iniziata in modo speciale: “Ho suonato l’inno della Fiorentina al pianoforte per festeggiare il mioHappy Birthday“.

Il ricordo di tante emozioni in questi 12 mesi: “Voglio lasciare qualcosa all’Italia, in particolare alla città di Firenze e al calcio. Abbiamo progettato di spendere oltre 300 milioni di euro nei primi 8 mesi di presidenza. Ho incontrato tifosi, sindaci e istituzioni e li ringrazio tutti per l’accoglienza“.

Commisso su centro sportivo a Bagno a Ripoli

Abbiamo fatto un grande lavoro per pulire l’area. Abbiamo già impiantato i primi alberi. E appena avremo il via potremo iniziare i lavori e tutto andrà come previsto, anche se il Covid-19 ha rallentato il progetto. Il primo di ottobre cominceremo la costruzione degli edifici e l’obiettivo è quello di terminare entro il 2021. In questa settimana abbiamo firmato il contratto per la ristrutturazione della Villa, ovvero la sede del nuovo centro sportivo. 70 milioni di investimento per il centro sportivo più bello d’Italia“.

Commisso su Mediacom e Fiorentina: stato del business

La Mediacom chiuderà il 94esimo trimestre in saldo positivo, quindi siamo solidi e andiamo avanti“. Questo il messaggio rassicurante per i tifosi della Fiorentina. Poi, Commisso cita il fondatore di Amazon, Bezos, uomo più ricco del mondo, come esempio di come negli Stati Uniti si concorra per richiamare gli investimenti delle multinazionali e degli imprenditori pronti ad investire. Lo stesso discorso vale per lo sport dove, i vari Stati, fanno a gara per chiamare le squadre e investire in infrastrutture, costruite o ristrutturate tutte velocemente e secondo standard moderni.

Ecco quindi il messaggio neanche tanto velato alle istituzioni italiane, legate a troppi vincoli e pastoie burocratiche e con infrastrutture ormai vetuste: “Privato e istituzioni pubbliche locale qui negli Stati Uniti collaborano per raggiungere insieme questo obiettivo. Non si pagano tasse sugli stadi in USA, si stanziano fondi pubblici e si creano partnership“.

Nuovo Stadio Fiorentina: la delusione di Commisso

Il futuro? Dipende come le cose vanno avanti. Non voglio lasciare alla mia famiglia cose incompiute. Ecco perché voglio fare le cose fast, fast, fast. Sono molto deluso che dopo che da anni che si parla di nuovo stadi, la città non era preparata con soluzioni pronte“.

Il Franchi? Non si può fare come si vuole noi. Lo avremmo rifatto in 2 anni mezzo. I tifosi vengono prima di tutto e volevo fare loro un regalo per godersi al meglio lo stadio. E con i vincoli non è possibile, lo dico rispettosamente“.

Mercafir? Sono stato sorpreso dalle tempistiche dichiarate dal presidente della Mercafir: 5 anni. Io ho dato delle tempistiche precise: il 2023 è l’anno che ho indicato per completare i progetti di centro sportivo e nuovo stadio. Nessuno ci ha mai dato tempistiche certe e costi certi. 400.000 per ettaro è il costo di Bagno a Ripoli, avrei stanziato 6 milioni per Mercafir, ma il bando è stato pubblicato con 22 milioni di euro. Ma dopo la perizia dei nostri esperti, fra bonifica, oneri di urbanizzazione e tasse, si arriva ad un costo di 70 milioni di euro“.

C’è opzione di acquisto a Campi Bisenzio

Ieri abbiamo fatto un’opzione per acquistare 36 ettari e mezzo di terreni a Campi Bisenzio. Si tratta di due volte e mezzo area Mercafir, con 10.000 posti auto e maggiore spazio per l’area commerciale. Ho letto che qualcuno può creare problemi con l’aeroporto. Voglio che ci sediamo al tavolo per fare capire che anche le nostre infrastrutture sono importanti“.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui