Arrivato ormai da qualche mese a Firenze, Rocco Commisso inizia a dare forma al suo progetto per riportare in alto la Fiorentina. Il presidente viola, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha parlato del nuovo centro sportivo, delle condizioni per realizzare il nuovo stadio e di quanto costerà il progetto viola nel complesso.

L’intervista della ‘Rosea’ al numero uno della Fiorentina, Rocco Commisso, non può che iniziare dal centro nuovo sportivo. In ordine cronologico il primo passo del ‘Commisso Storm’ a Firenze: «Nascerà a Bagno a Ripoli e sarà il più grande d’Italia e spero anche il più bello. A fine mese vi illustrerò il progetto, che mi costerà quasi 50 milioni. Permettetemi di ringraziare Joe Barone che da oggi non è più solo il mio braccio destro ma anche il direttore generale della Fiorentina».

A proposito dello stadio, Commisso ha spiegato: «In un primo momento pensavo di ristrutturare il Franchi ma non è stato possibile anche se non ho avuto risposte ufficiali. Lo farò alla Mercafir, ma se potrò realizzarlo velocemente e al prezzo giusto».

Poi una battuta sull’investimento complessivo nella Fiorentina: «Alla fine tra acquistare il club, operare sul mercato, realizzare centro sportivo e stadio il mio sarà un investimento da 450-500 milioni. Il più grande nella storia di Firenze. Io chiedo solo di avere un prezzo giusto per l’area Mercafir altrimenti cercherò un’altra opzione o non realizzerò lo stadio. Se il Comune chiede 30 milioni? Allora niente stadio. Non voglio il terreno a zero euro. Sette milioni possono essere una base di trattativa».

Infine, Commisso annuncia le sue idee chiarissime sull’aspetto tecnico: “Vorrei vincere qualcosa entro quattro anni, ma dateci tempo. Da ora costruiremo la squadra per il futuro“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui