Commisso: fare la storia con la Fiorentina e su Chiesa non cede

Rocco Commisso a 360° su Il Sole 24. Dalla vita di giovane emigrante, agli studi sostenuti per meriti sportivi con il calcio, alla fortuna costruita con Mediacom. Fino alla Fiorentina e alla nuova scommessa per lasciare il segno nella storia viola e a Firenze.

Rocco Commisso si racconta a Il Sole 24 Ore. Da Marina di Gioiosa Ionica alla vita da emigrante, iniziata da ragazzino con la famiglia. Fino a costruire un patrimonio personale di quasi 5 miliardi di dollari. E adesso il ritorno in Patria come proprietario della Fiorentina, un investimento di 95 milioni di dollari e tanta voglia di “fare la storia” sia dal punto di vista sportivo che delle strutture. E su Federico Chiesa? Nessun ripensamento rispetto a quanto dichiarato qualche settimana fa: non sarà il nuovo Baggio.

Dai Cosmos alla Fiorentina

Il calcio è stato il primo mezzo di riscatto sociale. Uno studente meritevole e una borsa di studio alla Columbia University perché a pallone se la cavava benino. La voglia di restituire al pallone parte di quello che ha ricevuto in gioventù e così nel 2017 acquista la gloriosa squadra dei NY Cosmos. Nel 2019 il salto nel calcio che conta quello europeo. Dopo varie offerte, la prima nel 2016, ma maggio arriva la risposta dei Della Valle:

Io ho 69 anni e mi sono detto se non lo faccio ora quando… Non ho molto tempo e voglio lasciare un segno. E mi sono buttato in questa nuova sfida

Chiesa non sarà come Baggio

Su Federico Chiesa nessun ripensamento. Il calciatore si gode le meritate vacanze, poi come ha dichiarato Pradè parlerà con la dirigenza della Fiorentina. Ma il presidente Commisso si è esposto in prima persona e ribadisce quanto espresso in altre occasioni.

Vi dico solo che non farò con Chiesa lo stesso errore che hanno fatto con Baggio. Robi Baggio era il più grande e lo hanno venduto solo per i soldi. Io non so che cosa prevede il suo contratto, e se ci sono delle clausole particolari, ma per quanto mi riguarda il nostro campione non lo venderò nemmeno per 100 milioni di dollari“.

Obiettivi sportivi e nuovi impianti

Dove arriverà questa Fiorentina e quali sono i sogni di Rocco Commisso nella sua avventura viola?

Io ho i miei sogni. Non li dico per scaramanzia. Andiamo avanti passo dopo passo e vediamo che cosa succede… In tutto quello che ho fatto nella vita ho sempre avuto successo. C’è tanto da fare. Datemi tempo e vedrete risultati sportivi e di business. Voglio fare qualcosa per Firenze e per la Fiorentina, voglio lasciare qualcosa».

Lo stadio? “Se me lo fanno fare io ci sono. In Italia c’è la burocrazia per tutto, negli appalti si vedono ancora corruzione e criminalità. Negli Stati Uniti bisogna lavorare duro, ogni giorno, nessuno ti regala niente ma la meritocrazia esiste… Se ti impegni le cose te le fanno fare e i risultati arrivano“.

Fonte: Ilsole24.com