DDV: il ‘tradimento’ di Pioli, i comunicati e il voto finale

La Fiorentina raccontata da Diego Della Valle al Corriere dello Sport. Nella giornata ‘evento’ di Rocco Commisso al Franchi, l’ex patron viola riassume i 17 anni alla guida della Viola e si leva qualche sassolino dalla scarpa.

La vendita della Fiorentina a Rocco Commisso è fresca di qualche ora e Diego Della Valle lo ha raccontato per aneddoti al Corriere dello Sport.

I pretendenti per la Fiorentina e la volontà di Andrea

Avevamo tre o quattro soluzioni, abbiamo scelto quella che ci sembrava la migliore. Rocco ha alle spalle JP Morgan. Andrea voleva vendere, io la Fiorentina l’avrei tenuta“.

Pioli e i comunicati

“Sono stati diciassette anni pieni, quest’ultima fase, da febbraio, quasi drammatica e inspiegabile. Inspiegabile quanto il comportamento di Stefano Pioli, le sue dimissioni ci hanno sorpreso. Stefano è una bravissima persona e un ottimo tecnico, per noi era l’ideale, se non se ne fosse andato l’avremmo tenuto, Andrea ed io eravamo d’accordo su questo punto. Mancavano meno di due mesi alla fine del campionato, c’era tutto il tempo per prolungare il contratto, dal nostro punto di vista il rapporto di fiducia non si era esaurita… Stefano proprio non l’ho capito, si sarà spaventato, il comunicato di risposta alle sue dimissioni l’ho voluto scrivere personalmente, anche per salvaguardarne l’immagine di fronte alla città. Così come giorni fa ho scritto di mio pugno la lettera ai tifosi“.

Firenze e il voto finale

“Firenze è una realtà a parte, i tifosi sono tra i migliori d’Italia, ogni tanto qualche lenzuolo di protesta ma niente di più… Certo, io non mi sento di dover fornire spiegazioni a nessuno. In particolare non le devo a chi ha cercato a più riprese di avvicinarsi a noi con suggerimenti, consigli, linee da dettare… In diciassette anni abbiamo messo quasi 300 milioni nella Fiorentina, per la precisione 285… Se dovessi dare un voto a questa avventura, un voto tutto mio, per le emozioni e le soddisfazioni vissute, starei serenamente tra il 7 e l’8“.