Per Bart Dragowski in ritiro con i compagni della Fiorentina a Moena, sarà davvero l’anno del lancio in maglia viola? Il portiere polacco classe 1997 e il club gigliato stanno trattando sull’ingaggio, ma la concorrenza del Bournemouth è temibile. Per la Fiorentina torna in bazzica il nome di Viviano.

Ieri sera gli esperti di calciomercato hanno rilanciato la notizia di un possibile divorzio fra la Fiorentina e Dragowski. Una storia tormentata, fatta di attese e disillusioni soprattutto per il portiere che dopo 3 anni finalmente è arrivato all’investitura ufficiale di Daniele Pradè: “Sarà lui il portiere titolare, se sarà convinto…“. I dubbi di Drago si chiamano Premier League: la possibilità di confrontarsi con uno scenario diverso dalla Serie A e soprattutto un ingaggio triplo offerto dal Bournemouth. Il club inglese avrebbe offerto 10 milioni di euro alla Fiorentina per il cartellino del portiere polacco classe 1997, che in maglia viola ha uno stipendio di circa 500.000 euro a stagione. Con la maglia del Bournemouth, Dragowski troverebbe un connazionale esperto, Artur Boruc, fra l’altro ex viola.

La Fiorentina ha già incontrato l’agente del calciatore per cercare di risolvere quanto prima la questione. Al momento le parti sono distanti e il club di Commisso dovrà monitorare con attenzione l’evolversi della situazione per fissare le gerarchie nel ruolo di portiere, avendo al momento – per certo – il solo Terracciano come secondo.

Intanto Emiliano Viviano torna oggi in Portogallo per mettersi a disposizione dello Sporting Lisbona. L’ex portiere di Fiorentina, Sampdoria e Spal – per citare le ultime 3 maglie – però non andrà in ritiro con i lusitani, ma d’accordo con il club si allenerà a parte, forse in attesa della chiamata giusta…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui