Gerson dopo le poco felici esperienze in Serie A con la maglia di Roma e Fiorentina è tornato in Brasile. Con la maglia del Flamengo diversi minuti da protagonista e si parla già di Nazionale Verdeoro.

Arrivato in Italia nel 2016 come predestinato, con addirittura una ‘fantomatica’ clausola in caso di Pallone d’Oro, Gerson ha salutato mestamente la Serie A nel calciomercato 2019. L’esperienza con Roma e Fiorentina del tutto fallimentare e il ritorno in Brasile dove, con la maglia del Flamengo, ha ritrovato la fiducia smarrita. Queste le sue parole a Esporte Interativo: “Quando senti la fiducia dell’ambiente, lavorare è più facile. Sto imparando molto dai compagni e dall’allenatore. Jorge Jesus, che è molto intelligente“. E adesso conta di alzare anche un trofeo, magari quella Coppa Libertadores che il 3 e il 24 ottobre opporrà nella doppia semifinale il suo Flamengo al Gremio.

Parlando del proprio gioco, Gerson ha scomodato, ridendo, paragoni importanti: “Il mio stile di gioco credo che sia molto simile a quello di Pogba, ma anche a quello di Lucas Paquetá“. La differenza a nostro avviso è a dir poco evidente. Senza entrare nel merito tecnico, Pogba in Serie A si è rivelato uno dei giocatori più forti a livello mondiale nel suo ruolo, vincendo sia con la maglia della Juventus che con quella della Nazionale Francese. Mentre Paquetá – arrivato da meno di una stagione in Italia – sta comunque ritagliandosi un ruolo importante nel Milan. Gerson invece sia con la maglia della Roma che con quella della Fiorentina è stato solo una delle tante promesse non mantenute…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui