Una giornata sugli scudi per due ex viola: Giampaolo Pazzini ha segnato ieri il rigore che ha permesso al suo Verona di battere la capolista Juventus, mentre Riccardo Saponara inventa al San Paolo per un Lecce che passa per 3-2 contro il Napoli.

Giampaolo Pazzini al minuto 86′ ieri sera si è presentato sugli 11 metri per battere un rigore che ha consentito all’Hellas di ribaltare il risultato e vincere la gara contro la Juventus. 2-1 al Bentegodi e score super come rigorista per l’ex attaccante della Fiorentina. 36 primavere e settima rete contro i bianconeri, ma soprattutto 23 rigori a segno sui 24 tirati. Una percentuale del 95,8% per l’ex viola che gli permette di stare davanti a Cristiano Ronaldo (12 segnati su 13 tirati, percentuale del 92,3%) e Zlatan Ibrahimovic (23 su 25, 92%) fra gli attaccanti attivi in Serie A.

Giornata top anche per Riccardo Saponara, in prestito al Lecce dalla Fiorentina dopo lungo girovagare fra le due sponde di Genova. Fortemente voluto dal tecnico Fabio Liverani, altro ex viola, che ha così dichiarato nel post partita di oggi al San Paolo (Napoli Lecce risultato 2-3): “Me l’avevano sconsigliato tutti, avrò sentito 25 persone e 24 mi dicevano che era meglio non prenderlo, mi sono battuto fortemente per averlo“. Il trequartista lo ha ripagato oggi con una prova sontuosa in cui ha unito quantità e qualità. Suo l’assist per il primo gol di Falco.

Meno positiva invece la giornata per Leonardo Semplici. L’ex allenatore della Primavera della Fiorentina è stato oggi esonerato dalla panchina della SPAL, tristemente ultima in classifica. Al suo posto il favorito è Gigi Di Biagio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui