Felipe Caicedo è sul mercato? Secondo il Corriere.it sì e la Fiorentina farebbe sul serio per l’attaccante della Lazio. Nonostante la smentita da parte di Pradè. La Viola deve trovare un attaccante che segni e liberi Vlahovic da un eccesso di responsabilità.

Nelle ultime ore, il più chiacchierato in casa Lazio è Felipe Caicedo. L’attaccante accostato alla Fiorentina, proprio ieri ha aperto le marcature in Lazio Fiorentina, vinta dai biancocelesti grazie al raddoppio di Immobile, con gol della bandiera per i gigliati segnato da Vlahovic su rigore quasi allo scadere. Fra l’altro l’esultanza dell’ecuadoregno è stata abbastanza esplicita con il bacio alla maglia della Lazio (per quanto questo non significhi ormai nulla).

Difficile capire cosa succederà. Per certo la Viola dovrà rafforzarsi in attacco, laddove il solo Vlahovic non è in grado di reggere tutto il peso del reparto. L’urgenza è ancora più stringente per il concomitante infortunio di Franck Ribery, distorsione al ginocchio per lui. Inoltre, proprio qualche ora fa, la Fiorentina ha ufficializzato la rescissione anticipata del prestito di Patrick Cutrone. Insomma, là davanti, insieme al già citato Vlahovic, resta al momento il solo Kouame. Un po’ poco per risollevare le sorti di uno dei peggiori attacchi della Serie A. Ecco quindi che Caicedo continua ad essere un’opzione, anche secondo il Corriere.it dove si legge:

“La Fiorentina dovrebbe formalizzare stamani l’offerta alla Lazio per l’acquisto di Caicedo. C’è un incontro fissato tra gli avvocati dell’ecuadoriano, il tecnico viola Prandelli e il ds Pradè. Due le proposte da recapitare al club biancoceleste: 5 milioni per il trasferimento a titolo definitivo oppure 8 milioni per il prestito con obbligo di riscatto a giugno. Se Lotito accettasse la proposta, l’accordo tra la Fiorentina e Caicedo non sarebbe un problema: firmerebbe fino al 2023 a 2,5 milioni netti a stagione più bonus“.

Intanto ieri nel pre gara di Lazio Fiorentina, il direttore Pradè ha dato la sua versione dei fatti sulla questione Caicedo: “La domanda da porsi è perché la Lazio dovrebbe privarsi di Caicedo. Se ci fosse stato un interesse concreto da parte nostra ne avrei parlato sicuramente con Tare, che abita a tre minuti da casa mia. Ci saremmo visti e ne avremmo parlato, ma non è stato così“.

Situazione in divenire con una nota a margine: dopo Pedro, Boateng, Cutrone, Kouame (relegato a rincalzo e ieri entrato anche dopo Eysseric), Pradè è chiamato a non sbagliare l’acquisto del prossimo attaccante.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui