Rinnovi e addii in casa Fiorentina. Per la prossima stagione non solo ‘svecchiamento’ anagrafico, ma anche possibili partenze di giocatori di lungo corso in maglia viola: Pezzella, Milenkovic, Caceres e Ribery.

I rinnovi di contratto sono sul tavolo del ds Pradè cerchiati di rosso. Su tutti quello di Dusan Vlahovic: ad oggi le voci destabilizzanti non hanno fondamenta. Ci sarà da attendere il ritorno del presidente Rocco Commisso per avere indicazioni più chiare. Per certo la Fiorentina farà di tutto per trattenere l’attaccante classe 2000.

Diversa la situazione di alcuni giocatori che per numero di presenze, oppure per età potremmo definire senatori. Fra i primi ci sono due pezzi portanti della difesa viola delle ultime stagioni: German Pezzella e Nikola Milenkovic.

Il capitano argentino, 121 presenze in Serie A con la maglia della Fiorentina, ha il contratto in scadenza nel giugno 2022. In termini di calciomercato “domani”. A 29 anni dovrà decidere se legare il suo futuro alla maglia viola, oppure se cambiare aria dopo 4 stagioni. Da una parte un debito di onore con la memoria di Davide Astori, del quale indossa la fascia, per riportare la Fiorentina ai piani alti, zona Europa, della classifica. Dall’altra la sensazione che la sua avventura in maglia viola sia arrivata a fine corsa.

Chi quasi certamente cambierà aria, è Nikola Milenkovic anche lui con scadenza di contratto nel 2022. Pilastro della difesa della Fiorentina con tutti gli allenatori, Pioli, Montella, Iachini, Prandelli, come terzino o sulla linea dei centrali. Il serbo classe 1997 ha collezionato 112 presenze con la maglia viola in Serie A e ha una quotazione di circa 40 milioni di euro. Davanti a un’offerta allettante la società di Commisso pare pronta a lasciare andare il giocatore che ha richieste non solo in Serie A, ma anche in Premier League.

Per quanto riguarda Martin Caceres la scadenza del suo contratto è a giugno 2021. L’uruguaiano classe 1987, si è detto disponibile a trattare sul ridimensionamento dell’ingaggio pur di restare ancora un anno alla Fiorentina. In questo caso dipenderà molto dalla scelta del prossimo tecnico viola (?).

Mentre per quanto riguarda Franck Ribery, molto è già stato scritto e detto. Il contratto scadrà a giugno 2021, ma al momento il campione francese è concentrato sul finale di stagione, per il quale ha dimostrato di essere decisivo per determinazione e capacità di creare spazi e gioco. Oltre all’ingaggio da 4 milioni di euro a stagione sulla decisione delle parti peserà non solo il progetto tecnico, ma anche la lontananza dalla famiglia e il possibile ritorno in Bundesliga. Come noto ci sarebbe anche la tentazione Monza, con Boateng e Balotelli, qualora i brianzoli salissero in Serie A.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui