La Fiorentina reduce da 2 sconfitte consecutive deve al più presto ricominciare a fare punti. Lo chiede la classifica che al di là di tutti i discorsi giusti e interessanti, torti arbitrali e asta Mercafir per nuovo stadio, è l’unica cosa che conta al momento. Il calendario delle prossime tre partite chiama i viola a due ‘scontri diretti’, con nel mezzo il Milan.

La classifica della Fiorentina chiede punti: 14° posto a 25 punti +9 sul Genoa terz’ultimo che però deve ancora giocare. Importante adesso tenere d’occhio il calendario perché, se è vero che SPAL e Brescia sembrano di mezza categoria inferiore rispetto alle altre squadre e che il Genoa si dibatte fra vecchia grinta e nuovi problemi societari, la squadra di Iachini dovrà comunque tenere alta la guardia. Ieri i viola hanno perso contro l’Atalanta in casa: non succedeva dal 1993, anno della sciagurata retrocessione dopo l’esonero di Gigi Radice. Una situazione impensabile a giudicare dalla squadra tipo di allora: Mareggini, Carnasciali, Pioli, Luppi, Carobbi, Di Mauro, Effenberg, Orlando, Laudrup, Baiano, Batistuta. Un’annata segnata anche da una serie di ‘sfortunate coincidenze‘ di Palazzo. ‘Palazzo’ con il quale mister Rocco Commisso ha cominciato a fare i conti nelle ultime settimane (LEGGI QUI).

Ma tornando all’oggi e al campo, queste le partite da seguire con attenzione nella giornata odierna, 23esima di Serie A, che interessano nel vivo la zona retrocessione e quel Limbo dove galleggia la Fiorentina:

  • ore 12.30 Spal (punti 15) – Sassuolo (punti 26)
  • ore 15.00 Genoa (punti 16) – Cagliari (punti 32)
  • ore 15.00 Napoli (punti 30) – Lecce (punti 19)
  • ore 15.00 Brescia (punti 15) – Udinese (punti 24)

classifica serie a 23esima giornata

Calendario Fiorentina febbraio 2020

Quota salvezza è per consuetudine fissata a 40 punti. Alla Fiorentina mancano 15 punti: ovvero 5 vittorie su 15 partite ancora da disputare. Ma sono le prossime quelle che interessano di più, anche per quanto riguarda il morale della squadra. Ecco un’analisi del calendario di febbraio:

  • domenica 16 febbraio ore 15, SampdoriaFiorentina: scontro diretto con i doriani che dopo un inizio di stagione shock e un cambio in panchina (Ranieri per Di Francesco), hanno risalito la classifica. Ieri hanno vinto contro il Torino fuori casa e un successo al Ferraris contro i viola vorrebbe dire sorpasso.
  • sabato 22 febbraio ore 20.45, FiorentinaMilan: un altro ex, dopo Ranieri, come tecnico avversario. Si tratta di Pioli che nella scorsa stagione si è dimesso lasciando spazio a Montella che a sua volta è stato sostituito da Iachini. I rossoneri, in attesa di giocare stasera il Derby della Madonnina, sono al momento fuori dai giochi europei. Ma con uno Zlatan in più…
  • sabato 29 febbraio ore 18, UdineseFiorentina: scontro diretto per qualità di rosa e tipologia di ambizioni. I friulani sono oggi impegnati sul campo del Brescia all’ultima spiaggia e poi ricevono l’Hellas Verona autentica sorpresa, insieme a Bologna e Cagliari, di questa stagione di Serie A.
#errebi72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui