Le prime pagelle dopo Fiorentina Torino sono lusinghiere per i ragazzi di Iachini. Ecco i top e flop viola secondo alcuni media sportivi.

Classe 1997 alla riscossa: assist di Chiesa e gol di Castrovilli. I due talenti più cristallini della rosa di Iachini decidono subito e permettono alla Viola di conquistare i primi 3 punti di stagione in Fiorentina Torino 1-0. Bene anche Nikola Milenkovic, altro classe 1997, protagonista di un duello ruvido per tutta la gara contro Belotti, il giocatore più temuto della rosa di Giampaolo. Voti lusinghieri per loro nelle pagelle dei media sportivi.

A fine gara, Rocco Commisso, si è rivolto proprio a questi tre giocatori: “Non facciamo scherzi!“. Un modo giocoso per sottolineare che sul mercato per Castrovilli, nuovo numero 10, non c’è storia; mentre per Chiesa e Milenkovic dovranno arrivare soldi (tanti) per convincere il presidente a privarsene.

Pagelle Sportmediaset.mediaset.it

Castrovilli 7 – La maglia numero 10 sulle spalle non gli pesa per niente: è puntualissimo sul preciso assist di Chiesa sul quale non deve fare altro che depositare in rete il gol vittoria della Fiorentina all’esordio in campionato.

Ribery 5,5Parte in maniera positiva nel primo tempo, ma poi cala alla distanza. Un suo errore molto ingenuo per poco non favorisce il contropiede vincente della coppia Zaza-Belotti, sprecato dal primo.

Pagelle Eurosport.it

Gaetano CASTROVILLI 7 – Primo tempo senza acuti, nel secondo si fa trovare pronto sul secondo palo per il gol partita. Prestazione in crescendo per uno dei punti fermi di Iachini e di questa Fiorentina.

Cristiano BIRAGHI 6,5 – Bene a sinistra, spinge, si sovrappone, crossa bene. Rigenerato.

Federico CHIESA 6,5 – A destra, senza entusiasmare nel primo tempo. Si fa vedere di rado, ma cresce alla distanza, mettendo in difficoltá Ansaldi nel secondo tempo. Assist per Castrovilli.

Franck RIBERY 5,5 – Cerca spazio tra le linee, si abbassa, gioca di prima, ma senza incidere.

Sport.sky.it voti Fantacalcio

Voto 7 per Biraghi, Chiesa, Milenkovic e Castrovilli. Tutti sufficienti 6 gli altri, con mezzo punto in più (voto 6,5) per Dragowski, autore di una sola parata ma decisiva su Berenguer e per Bonaventura (voto 6,5), ben inserito nel centrocampo viola.

Gazzaviola.it pensieri sparsi

Bene i ‘nuovi’: Biraghi e Bonaventura. Il terzino, rientrato dall’Inter, ha più volte scodellato cross interessanti e ha trovato anche la via del gol, annullato per fuorigioco. Il centrocampista ex Milan ha preso coraggio man mano nella partita provando anche qualche incursione personale e dimostrando che piede e anche condizione ci sono.

Per quanto riguarda gli uomini copertina, Chiesa e Castrovilli non avevano brillato granché fino al momento del gol, ma nel calcio si sa conta il risultato e così si spiegano i voti alti sui vari siti sportivi. Del resto assist e gol non sono fattori di poco conto, specie se ti regalano i primi 3 punti della stagione.

Ultima annotazione per Nikola Milenkovic. Ha preso un giallo nella prima metà del primo tempo, ma ha continuato a marcare “come se non ci fosse un domani” (chiedere a Belotti per conferma). I commentatori di Sky Sport si sono domandati se fosse una questione di personalità: se diventi capitano del Partizan Belgrado a 19 anni, la risposta te la sei già data. Il serbo, classe 1997, con 88 presenze in Serie A si può già considerare un veterano della rosa viola. Elemento imprescindibile per riportare in alto la Fiorentina.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui