Il direttore Pradè commenta la crisi di gioco e di risultati della Fiorentina: “Non possiamo mollare, bisogna lavorare duramente e tirarci fuori da una situazione che non ci appartiene“. Inizia male il Prandelli bis e il tecnico denuncia: “Senza spirito di squadra è complicato“.

Se non è crisi poco ci manca. La Fiorentina non beneficia dello slancio che solitamente accompagna il cambio di tecnico e capitola in casa contro il Benevento di Inzaghi, meritatamente vittorioso per 1-0 al Franchi (RIVIVI IL LIVE). Ecco come hanno commentato la sconfitta il direttore sportivo Daniele Pradè e il nuovo tecnico Cesare Prandelli.

Daniele Pradè: “Distrutti psicologicamente ed emotivamente”

In questo momento siamo distrutti psicologicamente ed emotivamente. E’ una prestazione che non ci sta, che ha fatto venire fuori tutte le nostro problematiche. Alla prima difficoltà siamo andati in depressione, non abbiamo più giocato la partita. Il Benevento è stato bravo a chiuderci ogni spazio. Mi dispiace per tutti, per i nostri tifosi, per il presidente, questo è un momento in cui non possiamo mollare, bisogna lavorare duramente e tirarci fuori da una situazione che non ci appartiene“.

Cesare Prandelli: “Fiorentina fragile e senza spirito di squadra”

C’è tanto, veramente tanto, da lavorare. Alla prima difficoltà la squadra diventa timida, timorosa e gioca singolarmente. Le emozioni sono forti, ma ora c’è più delusione. Quello che mi preoccupa di più è la fragilità e ne parleremo già da domani. E’ un problema basilare, superiore ai moduli e ai numeri. Alla prima difficoltà la squadra si è persa tatticamente, tecnicamente e di personalità. Giocare a calcio senza uno spirito di squadra è complicatissimo. Ci saranno discussioni aperte, sincere, perché questo è il nostro lavoro. E se ne sono resi conto anche i ragazzi“.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui