Se il calcio ripartirà sarà un’estate densa e ‘folle’ per tutti i club della Serie A, Fiorentina compresa. La chiusura del campionato 2019 / 2020, il calciomercato, i ritiri per la prossima stagione. Su La Nazione si fa il punto degli appuntamenti e delle date, ma intanto la Curva Fiesole dice “no”.

Lunedì 18 maggio, stando così le cose, riprenderanno gli allenamenti di gruppo. La Fiorentina si ritroverà al centro sportivo Davide Astori dopo che i ragazzi di Iachini vi si sono allenati individualmente. Ma cosa succederà poi? Difficile dirlo ad oggi. Su La Nazione odierna si immagina il possibile scenario di un’estate ‘folle’, con giugno e luglio per chiudere la stagione, agosto di calciomercato e settembre per i ritiri pre-campionato.

Fiorentina: calendario giugno, luglio e agosto

Sono 9 le partite che attendo i viola nei mesi clou dell’estate, così spalmate: 2 gare a giugno (con ipotetica ripresa nel weekend 12-14) – ovvero Fiorentina Brescia e Parma Fiorentina – e ben 7 gare a luglio. Nel mese di luglio sarebbero programmati i match contro Inter e Roma in trasferta. Chiusura del tour de force il 2 agosto a Ferrara per Spal Fiorentina, ultima gara di una stagione a dir poco ‘fuori norma’.

Dopodiché partirebbe il calciomercato fra agosto e settembre. E sempre a settembre sarebbero programmati, in attesa delle date del calendario della stagione 2020 / 2021, i ritiri pre-campionato. Molto probabilmente in versione condensata.

Ripresa Serie A: la Fiesole dice NO

Intanto i rappresentati del tifo organizzato, fanno sentire la propria voce. Ieri su un comunicato apparso sui canali social dei principali club della Curva Fiesole, cuore dei sostenitori della Fiorentina, ferma opposizione alle ipotesi di ripartenza in queste condizioni. Dure le parole contro le scelte dei ‘padroni del calcio’: “In questo modo il sistema calcio sottrarrà tamponi e test a quelle persone che fin dall’inizio della pandemia sono state in prima fila per garantire servizi essenziali per la comunità, e a quelle persone che hanno perso familiari e che stanno vivendo in un limbo di paura e dolore. Ma ai padroni del calcio questo evidentemente non interessa […]. Se ripartirete lo farete da soli e insieme al vostro profitto, avrete anche il nostro disprezzo per questa folle scelta“.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui