La Fiorentina si salva ed evita la tragedia sportiva pareggiando. I tifosi a fine gara hanno pesantemente contestato la squadra. Tutti colpevoli di una stagione fallimentare.

Anche questa stagione è andata in archivio. L’esito, però, era abbastanza preventivabile. La Fiorentina si salva non giocando, in pratica, contro il Genoa dell’acclamato Cesare Prandelli e resta per tutti i 90′ con le antenne dritte su ciò che stava accadendo a Milano tra Inter ed Empoli.

E proprio l’Empoli, che sfiora a più riprese il pari nel finale, non riesce a trovare quel punto che sarebbe stato preziosissimo. Gli azzurri di Andreazzoli hanno accarezzato fino a dieci minuti dalla fine il sogno di una salvezza che si sarebbe potuta definire un miracolo sportivo. Eroi della serata fra l’altro due giocatori di proprietà della Fiorentina: Dragowski che nel primo tempo ha parato un rigore all’Inter e Traorè autore del gol del momentaneo pareggio nel secondo tempo.

Ma torniamo alla Fiorentina. La squadra al triplice fischio è stata all’unisono contestata e non è bastato il classico “saluto al capitano” che Pezzella e Co. hanno provato a fare sotto la curva; la risposta della Fiesole e di buona parte della Maratona, è stata inequivocabile: “andate tutti via”.

Intanto nel post gara dalla zona mista arrivano notizie circa la posizione della famiglia Della Valle. “Mai più allo stadio se questo clima d’odio nei nostri confronti non cambierà”. E pochi minuti dopo il comunicato apparso sul sito ufficiale viola: “La Fiorentina comunica che provvederà domani mattina a richiedere ai suoi Consiglieri la convocazione urgente di un Consiglio di Amministrazione”.

Qualcosa, insomma, bolle in pentola. Ma la cosa che deve essere chiara ai Della Valle, al tecnico Montella (non esente da colpe) e a tutti i giocatori: una stagione così Firenze e i suoi tifosi non la meritano più

Si parla anche di un probabile addio di Corvino, qualora l’italo-americano Rocco Commisso subentri e rilevi la Fiorentina, ma attualmente la situazione è la seguente: i Della Valle non vogliono essere congedati con disonore e forse, spinti dall’orgoglio, potrebbero far saltare una trattativa che sta facendo sognare i tifosi viola desiderosi di cambiare pagina.

Un messaggio, molto forte, il tifo lo ha dato anche al francese Veretout, che Montella ha fatto uscire a fine partita. Per il centrocampista prossimo sposo del Napoli, i tifosi non si sono risparmiati facendo sentire a gran voce il loro dissenso.

E adesso? Aspettare e sperare che qualcosa dalle parti di Viale Fanti possa cambiare, perché stagioni cosi misere e deludenti Firenze e i suoi tifosi non le vogliono più vedere!

Leonardo Andreini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui