Dopo Empoli Fiorentina è crisi sempre più profonda per i viola. A tre gare dalla fine del campionato, la squadra di Montella mostra un’involuzione di corsa, grinta e determinazione che la lasciano ferma a 40 punti. Con un girone di ritorno a ritmo retrocessione. Per scelta editoriale non faremo più le pagelle del post partita. Queste sono le nostre pagelle Fiorentina di ritorno dal Castellani.

In undici turni la Fiorentina ha raccolto solo 5 punti, nessuno peggio dei viola in Serie A. La classifica vede la squadra di Montella al 13esimo posto a 40 punti. Tre in più del Bologna che sarà impegnato domani a San Siro contro il Milan, prossimo avversario dei viola. A pari merito col Cagliari che gioca stasera al San Paolo. Commentare una stagione così è davvero difficile, queste sono le pagelle di fine stagione, perché tali sono sembrate le ultime uscite dei viola sconfitti in casa dal Sassuolo (che ha perso al Mapei contro il Frosinone) e oggi al Castellani contro un Empoli con un piede e mezzo in Serie B. Ecco i giudizi per i giocatori più utilizzati da Pioli prima e da Montella poi.

Fiorentina pagelle di fine stagione

Alban (Lafò o non Lafò) Lafont, voto 6: Ha alternato cose davvero buone a gigantesche topiche, come quella contro l’Atalanta. Deve ancora compiere 20 anni avrà tempo per maturare e quando sarà maturato per cercare fortuna altrove…

Nikola Milenkovic ma anche un po’ Sbilenkovic, voto 6 sul campo 7 per la plusvalenza: Giocava in un ruolo non suo e tutti, noi compresi, a dire ‘poerino’. Montella lo ha riportato al centro della difesa facendocelo rimpiangere, in occasioni come oggi, nel ruolo di terzino.

German ci metto una Pezzella, voto 6+: Il capitano, l’ultimo a mollare… ma anche lui che involuzione!

C’è solo un Cristiano ma non è Biraghi, voto 5,5: È il terzino della Nazionale e questo gli vale mezzo punto in più e poi si chiama come Ronaldo e anche questo dovrà pur significare qualcosa.

Paulo Roberto Cotechino in arte Gerson, n.c.: Fa un altro sport rispetto al calcio e noi cerchiamo di esprimere giudizi solo su materie dove siamo competenti.

Marco Benagol Benassi, voto 5: Soprannome meritato per il ‘bomberone’ della Fiorentina, anche se forse parlando di pastiglie sarebbe indicato maggiormente dolce Euchessina…

Jordan Giordano Ciro Veretout 4,5 sul campo 8 per il tempismo: Con l’espulsione di oggi c’avrà più tempo per scegliere fra Mergellina e Posillipo. Forse lo rivedremo in campo col Genoa e comunque anche se no va benissimo lo stesso.

Federico Chiesa, voto 8: Mandaci una cartolina, Fede! E scegli bene… te che puoi scegliere! A Monaco di Baveria si vive benissimo, il tram funziona da 10 e i mercatini di Natale sono favolosi. Ma anche Londra c’ha il suo fascino.

Luis Muriel, voto 7: Il lavoro che fa là davanti prima di spegnersi regolarmente, dopo un minutaggio che varia dai 20 ai 40 minuti a partita, gli vale il versetto dedicato a San Giovanni Battista “Io sono voce di uno che grida nel deserto“.

Giovanni Jobi Joba Simeone, voto 5: Però che garra! E fallo essere anche apatico…

Menzione d’onore per Marko Pjaca, voto 10: Come il numero di maglia, mai così bistrattato come negli ultimi 5 anni… Peccato! Si è infortunato proprio quando l’era lì per dare una svolta al suo campionato e al nostro…

Errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui