Archiviata una stagione con poche gioie. In casa Fiorentina si aspettano gli sviluppi dell’assetto societario che darà vita alla prossima squadra…

Fiorentina Pescara è stata l’ultimo atto di una stagione mediocre. Terminata al veleno. Lo sfogo dei Della Valle. I capricci di Sousa. Tecnico in partenza. Come molti giocatori titolari. A proposito. Ieri sera Badelj e Kalinic non si sono alzati dalla panchina. Per loro nemmeno uno scampolo di gara. Ecco i primi con la valigia in mano. E poi, Gonzalo. Per lui, invece, saluto caloroso e abbraccio del pubblico. C’era da aspettarselo dopo 5 onorate stagioni. Se non bastasse. Ricordiamo, il nodo Bernardeschi. E il futuro incerto di Borja Valero. Della situazione nuovo stadio Rinascimento Viola, invece, meglio non parlarne…

L’elenco delle ‘cose’ da aggiustare è lungo. Il punto numero uno, però, è il riassetto societario. Il prossimo 20 giugno è in programma un Consiglio Di Amministrazione che disegnerà nuovi poteri. Giancarlo Antognoni e Gino Salica sono destinati a ricevere un mandato rafforzato. Sarà ancora una volta Corvino, invece, a gestire il timone del calciomercato. Vendere bene, acquistare meglio”, il mantra del direttore Pantaleo.

Alcune mosse, come Milenkovic e Vitor Hugo, sono già state fatte. Molte restano da compiere. Dall’acquisto di due terzini, alla punta da affiancare a Babacar. Insomma, se la parola progetto pare ormai abusata, possiamo dire che siamo al giorno 1 anno 0. Di cosa? staremo a vedere quale nome dare a questa confusione. Lecita, comunque la richiesta della Curva Fiesole, ieri sera durante la partita Fiorentina Pescara: “Ognuno si assuma le proprie responsabilità. Noi chiediamo solo chiarezza. Perché del doman non v’è certezza“.

Errebì72

 

Articolo precedenteFiorentina Pescara ultimo atto campionato serie A 2016/2017
Articolo successivoTifosi fiorentini in vacanza: le aspettative del calciomercato di Paci e Ceccherini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui