Il calciomercato estivo della Fiorentina imbastito in pochissimo tempo potrebbe a breve chiedere i conti alla squadra di Montella. La mancanza di alternative sarà un boomerang in vista dei prossimi impegni ravvicinati?

Dopo sei risultati utili consecutivi, purtroppo è arrivata la sconfitta. La Fiorentina ieri sera ha lasciato per strada 3 punti in modo rocambolesco e forse immeritato. Un risultato pesante, specie perché arrivato contro la Lazio. Una diretta concorrente qualora la Viola volasse oltre gli obiettivi (non fissati) di questa stagione di transizione. Adesso, due impegni in successione: mercoledì 30 ottobre contro il Sassuolo al Mapei e domenica 3 novembre contro il Parma al Franchi. Quali soluzioni per Montella?

Intanto c’è da capire come stanno i titolari usciti malconci dal match contro la Lazio. In particolare Caceres, un muro della difesa viola, che ieri ha accusato un risentimento muscolare. Stesso problema per Pol Lirola. La difesa viola poi dovrà fare i conti anche con la squalifica di Ranieri, espulso per doppia ammonizione dopo essere subentrato allo stesso Caceres. Anche in attacco giocoforza ci sarà da cambiare qualcosa. Ribéry sarà squalificato per almeno due giornate, dopo che ieri era stato sostituito da un Boateng che nel ruolo di falso nueve non offre adeguate garanzie.

Contro il Sassuolo Montella potrebbe provare a tornare al 4-3-3, modulo col quale aveva finito (male) la scorsa stagione e cominciato (ugualmente male) questa. Venuti, Ceccherini, Ghezzal e soprattutto Pedro – pezzo pregiato nel calciomercato della Fiorentina – potrebbero essere i sostituti chiamati prossimamente a dare il loro contributo alla causa viola.

Leonardo Andreini

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui