Fiorentina Udinese lunch match della settima giornata di Serie A propone spunti interessanti. La ricerca della continuità di risultati da parte di Montella e di Tudor, il riscatto dopo una stagione orribile per toscani e friulani e soprattutto due duelli diretti che potrebbero spostare le sorti del match. Ribéry contro De Paul e Castrovilli contro Madragora.

La Fiorentina di Montella con 8 punti in classifica – frutto di 2 sconfitte, 2 pareggi e 2 vittorie (esattamente in questa sequenza) – precede di un solo punto l’Udinese di Tudor. In queste prime sei giornate i friulani hanno racimolato 2 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte. Sia i viola che i bianconeri sono chiamati in questa stagione al riscatto. Nel campionato di Serie A 2018 / 2019 infatti hanno frequentato per troppo tempo le zone basse della classifica, terminando rispettivamente con 41 punti e 43 punti.

Diverse però le strategie di calciomercato estivo per tentare il rilancio in questa stagione. Da una parte la Fiorentina, con il cambio societario da Della Valle a Commisso ha epurato la rosa. Diciotto innesti e in pratica solo 3 titolari in campo rispetto alla scorsa stagione: Pezzella, Milenkovic e Chiesa. Per il resto, il lavoro di Pradè e Barone ha portato ad una vera rivoluzione. Dall’altra parte l’Udinese ha invece blindato i suoi pezzi da 90. Pozzo e Marino hanno respinto al mittente tutti i tentativi fatti dalle altre squadre per i vari De Paul (valutato 35/40 milioni di euro), Fofana, Mandragora etc.

Fiorentina Udinese: Ribery vs De Paul e Castrovilli vs Mandragora

Questi diversi modo di operare sul mercato porteranno domani ad alcuni scontri diretti davvero interessanti. Fra i viola, Ribéry e Castrovilli sono le stelle indiscusse in attacco e a centrocampo di questo inizio di stagione. Il francese, a 36 anni, si è preso la scena in Serie A, oscurando nomi altisonanti e concorrenti molto più giovani. Il suo arrivo ha diviso non tanto la piazza quanto gli opinionisti, alcuni dei quali si sono lanciati in affrettati giudizi. L’etichetta prematura di “colpo mediatico“, affibbiata fra gli altri dal presidente del Torino Cairo, così come da noti giornalisti, è stata spazzata via dal momento zero del suo ingresso in campo. L’ex Bayern Monaco insieme a Federico Chiesa forma una delle coppie di attacco più inattese e insieme più stimolanti di tutta la Serie A.

A centrocampo emerge l’eleganza cristallina di Gaetano Castrovilli, classe 1997. Rientrato dal prestito alla Cremonese, Montella ha deciso di investire su di lui. Il ragazzo di Canosa di Puglia lo ha ripagato con la qualità del gioco che lo aveva già fatto emergere, ma soprattutto con una personalità da veterano. Il rinnovo con la maglia viola è ad un passo. Per lui si sprecano paragoni importanti che Castro respinge al mittente, danzando nel centrocampo gigliato come sul palcoscenico dove sembra destinato a brillare a lungo. E già si parla di Nazionale…

Ribéry e Castrovilli, titolari al momento inamovibili della Fiorentina, sono anche il risultato di due no dell’Udinese. Gli uomini mercato viola, infatti, hanno inseguito a lungo nel calciomercato estivo sia De Paul che Madragora. Circa 50/60 milioni la valutazione dei due cartellini. Un capitale ritenuto esagerato. Così sia l’esterno di attacco argentino che il giovane centrocampista italiano sono rimasti ad Udine, di fatto aprendo le strade a soluzioni diverse. L’acquisto di Ribéry, svincolato, costerà alla Fiorentina circa 8 milioni di euro di stipendi in due anni, più eventuali bonus. Il rientro dal prestito di Castrovilli invece è stata un’operazione ancora più low-cost.

Per ora hanno avuto ragione Pradè, Barone e Montella, lasciando ‘candire’i cartellini ‘gonfiati’ e a scegliendo un progetto tecnico alternativo che abbina esperienza e gioventù, cattiveria agonistica e talento. Nata di rincorsa, fra mille scetticismi, questa idea di calcio sta infiammando la Firenze sportiva. Anche domani allo Stadio Franchi, per Fiorentina Udinese, alle 12.30, sono stimate circa 35.000 persone. Esaurite Curva Fiesole e Maratona, anche la Tribuna va verso il pienone, mentre è ancora buona la disponibilità in Curva Ferrovia.

Errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui