Domenica 6 ottobre la Fiorentina giocherà il lunch match di Serie A. Avversaria l’Udinese di Tudor e di De Paul oggetto del desiderio del calciomercato viola. La squadra di Montella a caccia della terza vittoria consecutiva, potrà contare sul sostegno del pubblico di casa e sull’apporto della stella Ribéry.

Franck Ribéry e Stadio A. Franchi: queste le armi in più che domenica 6 ottobre la Fiorentina di Montella potrà sfoderare per cercare di avere la meglio sull’Udinese. Il lunch match, fischio di inizio ore 12.30, si preannuncia non facile per i viola. I friulani sono reduci da una buona vittoria sul Bologna alla Dacia Arena e con 7 punti in classifica inseguono la Fiorentina avanti di un solo punto. La squadra di Montella ha attualmente uno score in perfetto equilibrio: 2 sconfitte consecutive contro Napoli e Genoa, 2 pareggi consecutivi contro Juventus e Atalanta, 2 vittorie consecutive su Sampdoria e Milan.

Per fare pendere l’ago della bilancia verso un risultato positivo, la Fiorentina potrà contare sul tifo dei propri sostenitori e su un Ribéry in versione Pallone d’Oro. Occhio dall’altra parte a Rodrigo De Paul, corteggiato per tutta la sessione di calciomercato estivo da Daniele Pradè e Joe Barone. La famiglia Pozzo non ha abbassato la richiesta monstre di 40 milioni di euro e l’argentino è rimasto a Udine. Domenica sarà convocato dopo la squalifica di tre turni rimediata nella gara contro l’Inter.

Fiorentina in zona Champions per media spettatori

ACF Fiorentina è la terza società di Serie A per numero di abbonati. Con 28.026 tessere la Viola segue il Milan (32.000) e l’Inter (41.000) e precede la Juventus (27.700). Ma anche come media spettatori la Fiorentina dice la sua contro squadre che possono contare su ben altre strutture e ben altri ‘bacini di utenza’. Le due milanesi a San Siro, capienza 80.000 posti, sono ancora ai primi posti. Il primato spetta al Milan con 63.566 spettatori, seguito dall’Inter con 59.451 e dalla Juventus con 39.381. La Fiorentina è quarta con 35.858 spettatori in media in un impianto che potrebbe ospitare fino a 43.000 persone, ma che per ragioni di sicurezza ha una capienza massima tarata su circa 40.300 (dato registrato in occasione dello scorso Fiorentina Juventus).

Ribéry conquista la Serie A

La domanda alla quale non potrà sfuggire Montella nella conferenza pre Fiorentina Udinese sarà questa: “Giocherà Ribéry?“. Il francese è stato in campo per quasi 90 minuti a San Siro e a 36 anni e 177 giorni con 4 gare di fila giocate nelle ultime due settimane, l’allenatore viola dovrà fare i conti con i tempi di recupero. La sensazione è che la Viola non possa fare a meno di lui. E non si tratta solo di sensazioni, ma di numeri: da quando è titolare la Fiorentina non ha più perso. Al suo attivo due gol da fuoriclasse, un assist, un numero di dribbling che lo posiziona già sul podio della Serie A e una standing ovation a San Siro. Senza contare gli innumerevoli falli ai quali costringe gli avversari (chiedere a Musacchio del Milan).

Probabile quindi che anche domenica FR7 sia in campo dal primo minuto, con Sottil e Ghezzal pronti per eventuale staffetta. Per quanto tempo? Dipenderà anche dalle condizioni meteo. In questi giorni a Firenze si arriva a circa 28° gradi sull’ora di pranzo, ma per domenica 6 ottobre sono previsti circa 4 gradi in meno come temperatura massima. E comunque, diciamocelo, questi sono dettagli, perché non si diventa The King se si ha paura della pioggia, del caldo, dell’età che avanza o dell’avversario. Avanti il prossimo e palla al ‘vecchio Franck’, che sa lui come si fa.

Errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui