Il calcio si è fermato. Troppo eccezionale la situazione per permettere a chiunque di godersi il piacere del gioco del pallone. Ma la voglia di pensare al futuro c’è e in casa Fiorentina si procede con i primi tasselli in attesa del ritorno di Mister Rocco.

Tutto fermo nel calcio? Sì – e per fortuna, aggiungiamo – il pallone si è stoppato sul rettangolo di gioco di Serie A, ma anche de La Liga e delle coppe europee. Troppo eccezionale e troppo pericolosa la situazione contingente sul coronavirus per permettere al pallone di rotolare libero sui campi di gioco. Eppure qualcosa si muove… in casa Fiorentina. Sul tavolo di Pradè diverse situazioni da dipanare non appena Rocco Commisso potrà tornare in Italia.

Calciomercato Fiorentina le situazioni in divenire

In difesa sono da monitorare due pezzi da 90 della rosa viola: il capitano German Pezzella e Nikola Milenkovic. Per l’argentino ci sono diverse richieste e la sua volontà sarà determinante per decidere il futuro: se chiederà la cessione sarà libero di scegliere un altro percorso professionale. Con il difensore serbo classe 1997 invece c’è un accordo sulla parola per discutere il rinnovo che al momento ha il 50% di probabilità di concretizzarsi. Chi resterà sono Martin Caceres e Igor, quest’ultimo ha buone chance di giocarsi un posto da titolare dopo un inizio promettente con la maglia viola. Conferma anche per Pol Lirola sulla corsia bassa di destra, mentre sul lato opposto c’è da capire l’esito dello scambio Biraghi Dalbert.

A centrocampo la Fiorentina si è portata avanti nel calciomercato di gennaio: Amrabat, Castrovilli, Duncan, Pulgar sono la probabile ossatura della mediana viola. Mentre per Agudelo si studia una possibile trasformazione in centrocampista alla Pizarro, come ha dichiarato Pradè in conferenza stampa. Badelj invece sembra destinato a tornare alla Lazio per fine prestito.

In attacco si attendono i rientri di Ribery e di Kouame e il definitivo inserimento di Cutrone per ora poco incisivo nei piani viola, anche per il lungo periodo di panchina fra Milan e Wolverhampton.

I rinnovi di Chiesa e Vlahovic: le ipotesi

I movimenti di calciomercato principali però sono i rinnovi dei due attaccanti: Chiesa e Vlahovic. Per il serbo classe 2000 sembra che la trattativa non incontrerà incagli, anche vista la volontà del giocatore: per lui contratto quinquennale e stipendio a crescere con una base di circa 1 milione di euro a stagione. Su La Gazzetta dello Sport si legge che sarà lo stesso presidente Commisso ad annunciare l’accordo, non appena saranno possibili nuovamente gli spostamenti da e per l’Italia.

Su Federico Chiesa non è una novità ci sono le attenzioni di Juventus e Inter ma la situazione è in divenire e la società gigliata giocherà le sue carte per convincerlo a restare. Fascia di capitano se Pezzella sarà ceduto, stipendio alla Ribery (quasi 4 milioni di euro a stagione) e clausola rescissoria di 70 milioni di euro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui