La lite sul Ponte Santa Trinita fra un gruppo di tifosi e un fotoreporter che stava immortalando la ‘festa’ di compleanno per la Fiorentina. I tifosi smentiscono la rissa, ma la Digos potrebbe indagare.

Si sono riuniti con uno striscione e dei fumogeni colorati. Un modo per festeggiare il compleanno della Fiorentina che cade a furor di popolo il 26 agosto e più recentemente spostato al 29 agosto. “Tanti auguri alla più grande… La più bella, la più cara ad ogni cuor” recitava lo striscione del gruppo “1926” fra i più rappresentativi della Curva Fiesole. L’alterco sarebbe nato con un fotoreporter che voleva immortalare l’evento e che nel corso della discussione avrebbe visto andare il pezzi il suo cellulare. Sul posto, si legge su La Nazione, è intervenuta la Digos e i circa 40 tifosi presenti, identificati, potrebbero essere denunciati per manifestazione autorizzata.

Anche l’Associazione Stampa Toscana segue gli sviluppi, supportando il collega. La versione dei tifosi, invece, sembra diversa: “Non è successo niente. I ragazzi come tutti gli anni sono andati sul ponte Santa Trinita. Hanno tirato fuori uno striscione, hanno acceso delle ’torce’ per festeggiare il compleanno. Ovviamente tutto questo è avvenuto in maniera civile, senza sporcare, nella massimo rispetto della nostra città e dei nostri princìpi. Questa persona si è fermata a fare delle foto, gli è stato chiesto per favore di non farle e lui ha reagito alterandosi. Ne è nato un alterco anche se tutti hanno mantenuto la calma, i più anziani del gruppo hanno ricomposto la cosa. Il telefono è caduto nella concitazione del momento, ma è stato soltanto un incidente“.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui