Federico Chiesa vero oggetto del desiderio del calcio italiano. Giovane eppure già esperto, tecnico e volitivo, sul suo futuro mille voci: Napoli, Inter, Juventus, Roma, Milan, Totteham in ordine cronologico. La verità a maggio. Per adesso questi sono gli elementi in ballo…

Le big della Serie A

In origine fu il Napoli. De Laurentiis ha fatto più di un passo per accaparrarsi Federico Chiesa, muovendosi in anticipo e provando a strappare promesse in caso di futura cessione. Dopo qualche mese, il classe 1997 pare già fuori portata per le tasche del presidente partenopeo e restano in lizza le big. Inter e Juventus in testa, con un duello fra due direttori sportivi, Marotta e Paratici che sono uno il maestro dell’altro. I bianconeri, liberi da vincoli di fair play finanziario sembrano di fatto gli unici in grado di sborsare una cifra che possa soddisfare la dirigenza viola. Ma c’è un prezzo fissato per il suo cartellino? Al momento non sembra, il che favorisce una corsa al rialzo a tutto vantaggio delle casse viola. Davanti ad un’offerta superiore ai 70 milioni di euro la Fiorentina, in regime di autofinanziamento, non potrà dire no. Per quanto riguarda l’Inter di Marotta dovrà fare i conti con la vicenda Icardi, la qualificazione in Champions League e il progetto tecnico di Luciano Spalletti.

Roma, Milan e Tottenham

E poi ci sono le altre: Roma e Milan che, stando alle ultime voci, hanno provato ad inserirsi nella corsa per Federico Chiesa, il quale – però – potendo scegliere deciderà sulla base delle progetto tecnico oltre che dell’offerta economica. La Champions League pare una condizione essenziale dal lato giocatore, mentre dal lato Fiorentina le contropartite tecniche delle quali si è parlato, per esempio Samu Castillejo o Patrick Cutrone, non paiono adeguate né per valore, né per ruolo. Di oggi la notizia che il Tottenham starebbe provando ad accelerare per Federico Chiesa con 70/75 milioni sul piatto. La Premier League sarebbe un campionato perfetto per le doti fisiche e tecniche dell’attaccante viola e fra l’altro gli Spurs nel 2001 provarono a prendere proprio il padre del ragazzo, Enrico. Federico, del resto, ha studiato alla scuola internazionale e potrebbe decidere di provare un’esperienza professionale di alto livello fuori dalla Serie A.

Rinnovo, Europa e progetto tecnico

Forse la Fiorentina un tentativo per convincere Federico Chiesa a restare lo farà pure, si parla di 2,5 milioni di euro di ingaggio a stagione. Over budget per il monte ingaggi viola. Ma potrebbe non bastare perché se la squadra di Pioli non centrerà l’obiettivo stagionale, ovvero l’Europa League (7° posto o vittoria/finale di Coppa Italia, a seconda della classifica finale di Serie A), sembra irragionevole chiedere a un giocatore di questo livello di restare in maglia viola. Per quanto forte sia il suo attaccamento ai colori sociali… Del resto la Fiorentina di Corvino sembra un cantiere perennemente aperto e basato su prestiti, alcuni acquisti azzeccati e tante occasioni di fare cassa con i big per continuare ad investire sui giovani in un loop senza elevate possibilità di ritorno in termini di risultati sportivi.

Maggio comunque non è lontano, anche se qualcosa si potrà già capire dai prossimi risultati sul campo: una mancata vittoria stasera contro la Lazio staccherebbe la Fiorentina dal gruppetto Europa League. Lasciando ai viola la sola speranza Coppa Italia, con l’ostacolo Atalanta fra 1 mese e mezzo.

Errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui