Atalanta Fiorenti si è interrotta al 30′ per tre minuti. Lo ha chiesto il giocatore viola Dalbert vittima di insulti razzisti dalle tribune. A fine partita ecco le opinioni del tecnico della Dea, Gasperini e del presidente FIFA Infantino.

Il brasiliano Dalbert al 30′ minuto di Atalanta Fiorentina richiama l’attenzione dell’arbitro Orsato. Il giocatore ha sentito distintamente delle offese di tipo razziale dagli spalti. L’ex Inter si è diretto verso la panchina di Montella pronto ad abbandonare il campo e la partita viene sospesa per quasi quattro minuti (LEGGI QUI). Poi quando lo speaker del Tardini ha sottolineato il divieto di cori razzisti o di discriminazione territoriale, la curva riservata ai tifosi della Dea ha risposto con sonori fischi. Ecco le opinioni nel post partita dell’allenatore dell’Atalanta, Gasperini e del Presidente FIFA, Infantino.

Il primo ha provato a minimizzare, non perdendo occasione per chiamare in causa anche il tifo viola: “I cori non li ha sentiti nessuno, poi se qualche imbecille ha detto qualcosa e lo ha insultato è diverso. È grave, succede in tutti gli stadi, anche a Firenze ti insultano. Bisogna stare attenti. Bisogna condannare il razzismo, ma non possiamo andare a contare uno a uno tutti quelli che insultano. Non facciamo queste cose, anche perché poi si riportano diversamente“. Ben più severa la posizione di Gianni Infantino che ha così commentato ai microfoni RAI: “In Italia la situazione non è migliorata e questo è grave. Bisogna identificare gli autori e buttarli fuori dagli stadi. Ci vuole, come in Inghilterra, la certezza della pena. Non bisogna avere paura di condannare i razzisti, dobbiamo combatterli fino alla fine“.

Articolo precedenteAtalanta Fiorentina 2-2: pagelle, statistiche, [VIDEO] gol Ribéry
Articolo successivoFiorentina i voti di GsD e CdS e i record di Ribéry e Montella

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui