Alban Lafont 7 – Impegnato seriamente due volte dal Genoa; dimostra reattività e tanta voglia di dimostrare che la Viola ha puntato sul cavallo giusto.

Nikola Milenkovic 6,5 – Fino all’ultimo in dubbio, gioca da centrale e fa la sua gara di spessore. Svetta nel gioco aereo e si fa rispettare. Lascia la sua posizione nel finale per mettersi a destra e favorire l’entrata di Ceccherini.

German Pezzella 6,5 – Gara di personalità per il capitano viola, che dimostra esperienza e affidabilità a tutto il reparto.

Vincent Laurini 5.5 – Il Genoa fa delle ripartenze laterali il suo punto di forza, e Laurini spesso va in sofferenza. Lascia spazio a Federico Ceccherini 6 – Il Genoa e Prandelli cercano in tutte le maniere di portare a loro favore la gara, ma con caos offensivo. Quasi mai impegnato.

Cristiano Biraghi 6– Gara nella norma per il terzino sinistro. Prende un giallo per proteste ma nel complesso la sua gara è pienamente sufficiente.

Christian Norgaard 6– Seconda apparizione da titolare per il danese. Gioca una gara diligente e molto tattica. Come contro l’Empoli spesso si nasconde ma per sua fortuna la partita prende una piega non negativa.

Edimilson Fernandes 5,5 – Fisicamente nettamente superiore rispetto al centrocampo genoano, nonostante tutto spesso si fa scippare la sfera. Marco Benassi 5.5 – Il capocannoniere della Fiorentina è un vero e proprio centrocampista aggiunto. Non dimostra però di poter far svoltare la squadra facendo il canonico compitino.

Jordan Veretout 6 – Recupera qualche pallone ma non da la scossa alla squadra, come invece spesso ha fatto.

Federico Chiesa 6 – Occasionissima per lui l’inizio, ma Radu si supera. Da li ne nasce un duello a distanza. Come sempre scambiato a più riprese con il collega Mirallas. Sfortunatissimo colpisce un palo che sta ancora tremando.

Giovanni Simeone 5– Pronti via e sbaglia l’impossibile di testa. Nonostante tutto è molto mobile durante l’arco del match. Sente molto la gara ma resta sempre sterile in fase offensiva.

Kevin Mirallas 6 – Sfortunato in occasione del palo colpito al 40′. Per il resto non compiccia molto pur non scadendo nella insufficienza. Marko Pjaca 6 – Tocca due palloni e se li fa scippare. Cosa altro c’è da aggiungere?!

Arbitro Massa 5 – Gestione dei cartellini tutta personale. Non fischiare il rigore per fallo di mano nel secondo tempo è da chiedersi come e cosa abbia visto, tenendo conto che ha chiesto l’uso della VAR andando a visionare lo schermo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui