Luca Ranieri, Gabriele Gori, Bobby Duncan, Riccardo Sottil, Rafik Zekhnini, Tofol Montiel sono alcuni dei giovani viola che hanno patito il salto nel calcio dei grandi. Alcuni di loro sono destinati a strade lontane dalla maglia viola, per altri invece potrebbe essere una questione di tempo.

Dal calcio giovanile alla prima squadra il salto è abissale. C’è chi ha la fortuna di provare e di riuscire e c’è chi nella maggior parte dei casi non viene reputato pronto. Sono tantissimi i giovani calciatori in prestito dalle squadre di Serie A nelle serie minori per farsi le ossa. Alcuni poi tornano a ‘casa madre’ e si prendono il loro posto (vedi Gaetano Castrovilli), altri invece sono destinati a trovare altre strade. Queste sono alcune delle situazioni sviluppate nelle ultime settimane per i giovani viola.

GABRIELE GORI: l’attaccante ex Primavera della Fiorentina, classe 1999, si è fatto le ossa prima fra le fila del Foggia e poi del Livorno in Serie B (6 presenze e 3 reti). Nella scorsa stagione è passato all’Arezzo (21 presenze e 9 reti). Qualche giorno fa la Fiorentina lo ha ceduto in prestito alla società LR Vicenza. Resta ancora nel monitor dei radar viola.

RAFIK ZEKHNINI: esterno di attacco classe 1998, dopo varie esperienze europee approda in questa stagione al FC Lausanne-Sport. Il club svizzero ha inserito un’opzione sul prestito per riscattarlo a fine stagione, se il norvegese manterrà le aspettative. La sua strada, nonostante le premesse, sembra ormai definitivamente lontana da Firenze.

Bye Bye BOBBY DUNCAN: ex ‘bambino’ prodigio del Liverpool, classe 2001, il cugino di Steven Gerrard, ha lasciato i Reds con le accuse di mobbing. Alla Fiorentina non ha trovato spazio in prima squadra e ha poco impressionato anche in Primavera. Per lui possibile un ritorno in Inghilterra al Derby County, con buona pace del giocatore e della Fiorentina.

RICCARDO SOTTIL: è passato in prestito con diritto di riscatto al Cagliari dove è chiamato a fare il salto di qualità. L’esterno classe 1998 resta un elemento che la direzione tecnica della Fiorentina continuerà a seguire con attenzione. Del resto Pradè ha inserito una clausola che permetterà, nel caso, ai viola di riacquistare il giocatore in cambio di un bonus di valorizzazione.

Da definire ancora il futuro di Tofol Montiel, così come quello di LUCA RANIERI. Per quest’ultimo si è verificata una situazione del tutto anomala. Il difensore classe 1999 aveva accettato la proposta della Salernitana, ma prima dell’ufficialità del trasferimento, ci ha ripensato. Il motivo? Alcuni messaggi, più o meno minacciosi, che lo sconsigliavano di giocare nella Salernitana. Lo ha confermato ai microfoni di SalernitanaNews, l’agente del giocatore, Paloni: “C’era l’accordo su tutto, mancava soltanto l’ufficialità. Quando Ranieri è arrivato a Salerno gli sono arrivati dei messaggi dove gli veniva sconsigliato di giocare qua. Abbiamo informato Fabiani di quanto accaduto, fornendogli tutti gli screenshot con i messaggi di questi pseudo-tifosi che non rendono onore alla città di Salerno e alla tifoseria della Salernitana“. Così il ragazzo ha deciso di rifare le valigie e di tornare a Firenze dove, insieme alla società, deciderà come e dove proseguire il suo percorso di crescita.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui