Roma Fiorentina è finita fra le polemiche. Due rigori a favore dei giallorossi decidono il risultato. Ma è il secondo che lascia esterrefatti non solo per la generosità, ma anche per un tocco dell’arbitro Chiffi che aggiusta la palla nell’azione. Errore tecnico clamoroso così commentato dal tecnico e dal presidente della Fiorentina.

Roma Fiorentina la decide nel tabellino l’ex Jordan Veretout, implacabile dal dischetto, ma soprattutto l’arbitro Chiffi di Padova. Se il primo rigore pare ineccepibile è il secondo, a pochi minuti dal 90° che fa discutere. E non solo perché molto, molto generoso – come si dice in termini politicamente corretti – ma anche perché preceduto da un errore tecnico. Chiffi tocca la palla favorendo l’azione che porterà al rigore. Niente VAR, niente palla scodellata e decisione fatale per i viola. La squadra di Iachini che aveva agguantato il pari grazie ad un incornata di Milenkovic, grazie ancora una volta ad un super Terracciano, stava per portare via il secondo pareggio prestigioso consecutivo, dopo quello di San Siro contro l’Inter. Ecco come commentano l’accaduto, nel dopo gara, l’allenatore viola e il presidente gigliato.

Beppe Iachini, ai microfoni di Sky Sport: “Non vado a discutere in sé e per sé il rigore. Ma c’è stato un tocco dell’arbitro, l’ha deviata in favore del giocatore che ha calciato e doveva scodellarla già lì. Per me l’azione doveva essere fermata prima […]. Ho chiesto di rivedere l’episodio con il Var, avevo visto questo episodio da lontano. Volevo rimarcare questo oltre il rigore“.

Rocco Commisso sul sito ufficiale ha rilasciato questa dura dichiarazione:  “Ci sono regole e regolamenti, se l’arbitro tocca il pallone, influenzando il proseguimento dell’azione, deve interrompere il match e la palla deve essere rimessa in gioco. Vorrei che ci spiegassero questa ennesima situazione dove qualcuno ha deciso di non applicare il regolamento.

Come ci era già successo con il mancato utilizzo del VAR anche questa volta ci troviamo a non capire il criterio che viene utilizzato e perché non possiamo contare su regole e tecnologia uguali per tutti. Non è possibile che il calcio italiano continui a fare queste figure e bisogna al più presto prendere dei rimedi e trovare delle soluzioni urgentemente.

E non voglio aggiungere altro, quando mi sento preso in giro e vedo che si prende in giro i miei ragazzi e i nostri tifosi, non posso stare in silenzio, ma questa sera tutti hanno visto cosa è successo e i commenti questa volta li lascio agli altri“.

Rivivi il LIVE di Roma-Fiorentina

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui