Dopo il pareggio in extremis contro il Bologna di domenica scorsa, la Fiorentina domani alle 15 ospiterà al Franchi la Spal. ultima in classifica. La squadra viola è alla ricerca della prima vittoria della gestione Beppe Iachini, il quale ha parlato oggi nella conferenza stampa di vigilia. Questi gli argomenti più importanti toccati dal tecnico.

Come di consueto, Beppe Iachini ha preso la parola durante la consueta conferenza stampa di vigilia per introdurre la delicata sfida contro la formazione di Leonardo Semplici. La Spal, ultima in classifica, verrà a Firenze col coltello tra i denti per cercare di conquistare punti salvezza. Iachini ha cominciato ricordato il pareggio in extremis di Bologna: “Con un pizzico più di malizia e attenzione avremmo portato a casa la partita. Il gol di Orsolini? Metterla in rete sul primo palo da quella posizione è stato particolare, ma la squadra ha risposto bene. Quando si accusa pressione e il risultato manca, deve venire fuori ancora di più la personalità. Bisogna aggredire e modificare tutto con l’atteggiamento positivo“. LE PROBABILI FORMAZIONI QUI.

Iachini: “Affrontiamo la Spal come se fosse la Juve”

Iachini ha parlato della voglia di vincere della sua squadra e dei tanti impegni che aspettano la Fiorentina in pochi giorni: “Quando c’è ansia e tensione il pathos aumenta: questo step va superato. Margini di crescita ne abbiamo: abbiamo fatto bene sotto l’aspetto delle distanze e delle misure. Dobbiamo affrontare la Spal come se fosse la Juventus. La Spal ha fatto risultati importanti. Questa è una delle sfide più difficili del campionato. Tre sfide in pochi giorni? All’Atalanta non guardo, ora c’è la SPAL. Dobbiamo accelerare processi di conoscenza e di lavoro per fare una grande prestazione domani. Dovremo farci trovare pronti, questo è l’obiettivo. Il resto vedremo dopo“.

BI: “Cutrone è da valutare”

Il tecnico viola ha poi commentato l’arrivo di Cutrone e la possibilità di vederlo giocare con Vlahovic: “Cutrone l’ho salutato ieri: oggi valuterò com’è la sua reale condizione e verificherò come sta. Ha delle caratteristiche di un certo tipo. Ha margini di crescita importanti, spero possa valorizzarsi con noi. Cutrone con Vlahovic? Dobbiamo anche vedere chi sta meglio. I moduli li fanno i giocatori, quando subentri devi guardare le caratteristiche, le qualità per dare un’identità di gioco. Ci sono cose da migliorare, a quel punto potremmo anche fare altro. Nella Fiorentina ci sono giovani interessanti, oggi magari meno conosciuti. Ci possiamo migliorare con la tattica di squadra, ma i frutti si vedranno solamente nel tempo. Ora ci servono punti, salvarci e risalire la classifica. E ci sono ragazzi già più pronti per questo“.

Iachini: “Chiesa più vicino alla porta. Mercato? Massima fiducia”

Beppe Iachini ha poi parlato del ruolo migliore per Chiesa e sul mercato di gennaio della Fiorentina: “In questo momento, visto che è stato fuori per mesi, devo accorciargli il campo e metterlo più vicino alla porta. Oggi rientra da un infortunio, ha perso tempo. Con il passare del tempo potrebbe giocare anche sulla fascia. Federico sta lavorando molto bene. Ritengo che per il momento giochi punta, poi strada facendo, con la condizione che migliora, andrò anche ad analizzare qualcosa di diverso. Mercato? Per quelle che sono le possibilità di gennaio, e chi ha i giocatori se li tiene senza farli andare via facilmente. Chiunque arriverà sarà comunque perché l’allenatore ne avrà parlato con la società per quello che ha in testa. Io penso al campo, sul mercato ho massima fiducia nella società e nel presidente. Spingo perché le cose siano fatte nel migliore dei modi”.

“Le certezze tornano col lavoro”

Infine un commento sulla questione dell’autostima: “Normale che vengano a mancare delle certezze che puoi aver acquisito. Come farle tornare? Col lavoro di campo. E poi un po’ del tuo devi mettercelo. A Bologna abbiamo calciato troppo, sbagliato qualche passaggio per frenesia. Queste situazioni non dobbiamo sbagliarle, ma certa confidenza ce la restituisce il risultato. Con i risultati, l’atteggiamento giusto e la mentalità, torneremo ad avere certe cose“.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui