Vincenzo Italiano, Nicolas Gonzalez, Giancarlo Antognoni. Questo l’ordine nel quale dovrebbero assestarsi alcune certezze (le prime) in casa Fiorentina. Vediamo cosa dicono le notizie di oggi.

Sarà Vincenzo Italiano, il nuovo allenatore della Fiorentina. Lo riportano i principali media sportivi che sottolineano come, ancora una volta, sia stato Rocco Commisso a rilasciare il placet per chiudere l’iniziativa e portare a Firenze il ‘salvatore’ dello Spezia.

Come sottolinea Tuttosport: “Per liberarlo la Fiorentina verserà al club ligure 1 milione di euro, indennizzo previsto su un contratto fino al 2023 firmato pochissimo tempo fa dal tecnico nato a Karlsruhe“.

E il Corriere dello Sport evidenzia come al suo arrivo in Toscana, Italiano troverà la certezza di un primo importante acquisto. Quello dell’attaccante Nicolas Gonzalez, classe 98, per il quale il club viola è pronto a versare una cifra che complessivamente sfiorerà i 27 milioni di euro.

L’attaccante argentino dello Stoccarda, quindi, arriverà a Firenze con l’etichetta dell’affare più costoso dell’era Commisso e con la speranza che possa essere finalmente un attaccante all’altezza (dopo Pedro, Cutrone e Kokorin). Gonzalez dovrebbe svolgere le visite mediche in Argentina e poi firmare il contratto che lo legherà ai gigliati.

Italiano ok, ma Antonio?

A Firenze ci si interroga soprattutto su un altro caso che inquieta la piazza: il futuro di Giancarlo Antognoni. Stando a quanto riferisce il Corriere Fiorentino la prossima settimana ci sarà un altro incontro fra le parti per accorciare le distanza. I fatti sono noti. I vertici della Fiorentina hanno offerto un incarico diverso rispetto a quello di general manager all’Unico 10: un ruolo nel settore giovanile e taglio dello stipendio.

L’offerta segna un ridimensionamento della bandiera della Fiorentina in società. Già quest’anno ai margini del comparto decisionale, Giancarlo Antognoni (il cui contratto scade il 30 giugno) potrebbe lasciare da una porta secondaria quella che i tifosi considerano (a ragione) la sua casa.

A nostro avviso Barone e Pradè faranno di tutto per ricucire lo strappo. ‘Fare fuori’ Antognoni sarebbe un episodio molto mal digerito dai tifosi. Già messi a dura prova da due stagioni pessime, dalla vendita a rate di Chiesa alla Juventus (capitano della Fiorentina e già Juventino in pectore) e dalla vicenda Gattuso.

#errebì72

Articolo precedenteFiorentina: che succede con Gattuso e Antognoni?
Articolo successivoUnico 10 e Un Capitano: stessa sorte con le società americane

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui