Il 27 ottobre 1999 la Fiorentina vince a Wembley e passa il turno contro l’Arsenal. Eroi della serata Batistuta e Toldo: l’attaccante argentino segna uno dei gol più belli della sua carriera, il portierone viola è protagonista di un intervento straordinario.

27 ottobre 1999, venti anni fa. La Fiorentina di Trapattoni, con Toldo, Batistuta e Rui Costa sfida l’Arsenal di Wenger con Adams, Petit e Kanu. Lo scenario è di quelli che mettono i brividi, un tempio del calcio come lo stadio di Wembley. Dopo una partita tiratissima a 15 minuti dalla fine il risultato è ancora inchiodato sullo 0-0 ed è qui che Batistuta entra in gioco per apporre il suo marchio in modo indelebile in quella partita e nella storia della Fiorentina. Un diagonale al fulmicotone sparato da posizione defilata, quasi sulla linea di fondo che non lascia scampo a Seaman.

A 5 minuti dalla fine tocca a Francesco Toldo apporre il suo sigillo su quella epica gara. L’attaccante Kanu è a 3 metri dalla linea di porta quando batte a colpo sicuro. Ma il portierone viola compie il miracolo sportivo deviando in corner.

Ecco come i due protagonisti raccontano quella serata in uno spezzone del docufilm su Gabriel Omar Batistuta “El numero nueve” che, ricordiamo, sarà presentato in anteprima domani, lunedì 28 ottobre alle ore 21 al Tuscany Hall di Firenze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui