Presentazione al Cinema Odeon del film Diego Maradona, nelle sale per soli tre giorni. Ieri sera a Firenze, è stato Giancarlo Antognoni “l’unico 10” nella storia della maglia viola a raccontare alcuni aneddoti sull’asso argentino.

Asif Kapadia – Premio Oscar con AMY nel 2015 e regista di un docufilm su un altro mito sportivo SENNA nel 2010 – racconta DIEGO e MARADONA. L’uomo e il calciatore vengono scoperti attraverso immagini tratte dall’archivio personale e da oltre 500 ore di filmati inediti. Il film presentato fuori concorso al Festival di Cannes sarà distribuito nei cinema italiani dal 23 al 25 settembre.

La narrazione si concentra su sette anni, quelli della ascesa all’Empireo del Pallone e della discesa agli Inferi del più grande calciatore di tutti i tempi. Dal luglio 1984 anno della presentazione al Napoli al 1991 anno della prima squalifica per doping. Sette anni durante i quali Diego, il ragazzo della favela di Villa Fiorito alla periferia di Buenos Aires, si trasforma in Maradona personaggio di fama planetaria.

Come calciatore vince tutto e lo fa sempre da protagonista: un Mondiale con l’Argentina nel 1986, due scudetti (1987 e 1990) e una Coppa UEFA (1989) col Napoli di Ferlaino. Come uomo sperimenta i ‘deliri’ della piazza partenopea che lo assurge a uomo della Provvidenza e del riscatto sociale. Diventa padre di figli nati dal rapporto ufficiale con Claudia Villafañe e del primo (dei tanti) nato da un rapporto extra coniugale con la Sinagra. Ama le frequentazioni pericolose con il clan camorristico di Carmine Giuliano. Entra nel tunnel della droga. Cade e si rialza.

E laddove finisce l’uomo e cessa il personaggio, inizia il mito. Sul campo di una partita epica, come Argentina Inghilterra (quella della mano di Dio e del gol più bello di sempre), come anche su un campo di calcetto (ingrassato e ormai invecchiato) Diego e Maradona si incontrano. Perché quando sei in campo “se ne va la vita, se ne vanno i problemi, se ne va tutto“.

DIEGO MARADONA – Cinema Odeon

Alla prima di Firenze, ieri sera al Cinema Odeon, ha presenziato anche Giancarlo Antognoni che ha definito El Pibe de Oroil più grande di tutti“. L’ex Fiorentina, attuale dirigente viola, è stato un 10 eccezionale che con Maradona ha condiviso non solo il numero di maglia, ma anche alcuni momenti di calcio e privati. Fra quelli in campo, la partita del primo epico scudetto del Napoli impegnato al San Paolo contro la Fiorentina il 10 maggio 1987. Antognoni a fine carriera e un giovanissimo Baggio agli inizi da una parte, contro il ‘Dio di Napoli e del Calcio’ dall’altra.

Errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui