Jeremie Menez e Seba Frey protagonisti ieri di una diretta Instagram. I due giocatori francesi, con tanta Serie A, sulle spalle si sono confrontati sulle loro esperienze in Italia. L’ex attaccante di Roma e Milan ha parlato di un rapporto critico con l’allenatore Vincenzo Montella e dell’occasione Fiorentina sfumata…

Jeremie Menez in un’intervista live su Instagram con Seba Frey, ex portiere di Inter, Verona Fiorentina e Parma, racconta la sua esperienza in Italia. In particolare l’attaccante si sofferma sul difficile rapporto con Vincenzo Montella, prima compagno di squadra e poi allenatore.

Avevo conosciuto Montella sia da compagno che da allenatore per sei mesi a Roma. Non abbiamo mai avuto un buon rapporto, anche se c’era rispetto tra noi due. Quando arrivò a Milano mi sono comportato da c***: il rapporto si è incrinato definitivamente per colpa mia, le cose non sono andate bene e ho deciso di andare via. Mi avrebbe voluto anche alla Fiorentina l’anno prima, potevo venirci davvero perché il ds era Pradè che mi aveva portato a Roma. Firenze è un bel posto dove fare calcio, una città bellissima e una tifoseria calda“.

Nessun rimpianto però sulla sua carriera in Serie A, con Roma nel cuore e un’altra occasione sfiorata: “A Roma ho fatto tre anni, a Roma avevo tutto. Il primo giorno vedo Francesco Totti, è stato un giorno speciale. Vedendo lui sapevo di essere in un club di alto livello. Avevamo un grande gruppo. Io volevo andare via, mi volevano il PSG e Conte che mi chiamava per portarmi alla Juventus. Per me era un sogno, non potevo dire di no alla squadra della mia città“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui