Dario Nardella attraverso i media ha oggi preso posizione sulla vicenda stadio. Le parole di Rocco Commisso in conferenza stampa hanno riaperto la questione Mercafir. Il sindaco di Firenze si dice fiducioso: “Sono io il primo a dire di fare le cose ‘fast’ e ho detto che si farà lo stadio in quattro anni. Ma devo rispettare le leggi“.

Ecco un estratto delle dichiarazioni di Dario Nardella ai microfoni di Radio Toscana e a ilsitodifirenze.it. Il sindaco di Firenze ha colto l’occasione per mettere i puntini sulle “i”. Le sue parole fanno seguito a quelle di Rocco Commisso in conferenza stampa relative alle lungaggini della burocrazia e ai costi troppo alti dell’area Mercafir.

La stima di 22 milioni di euro per la Mercafir? Devo rispettare le leggi e il prezzo non lo faccio io, se il prezzo non va bene si agirà di conseguenza” ha detto il sindaco che ha così continuato “In questi anni ne ho viste di tutti i colori e con tutte le proprietà della Fiorentina ho sempre avuto tanta pazienza. Se Commisso vuole spendere, tra qualche giorno ha un’occasione perché uscirà a breve il bando per l’area Mercafir. Se fosse casa mia mi siederei e farei un negoziato con Commisso, ma come sindaco di Firenze, devo rispettare le leggi e fare gli interessi pubblici della città. In caso contrario andrei in galera. Costi aggiuntivi? Per le tasse come, l’Imu Commisso deve tirare l’orecchio ai suoi consulenti che non lo avvisato che queste tasse in Italia ci sono e le pagano tutti“.

Nardella sul Franchi definito in conferenza da Commisso “una porcheria” relativamente allo stato di manutenzione. Questa la risposta del sindaco: “C’è una convenzione per la quale la manutenzione straordinaria è a carico del Comune e la manutenzione ordinaria è di competenza della Fiorentina. Palazzo Vecchio spende ogni anno quasi 500.000 euro di soldi dei fiorentini per il Franchi… Spero che Commisso, scontento delle condizioni in cui è lo stadio, lo possa far gestire meglio dai suoi. Per quanto riguarda noi come Comune faremo la nostra parte ancor meglio di prima. Lo dico con grande tranquillità e serenità, a me non interessa fare polemica né con Commisso, né con la Fiorentina in generale. Ho grande rispetto del patron viola e di Joe Barone che sta facendo un lavoro eccellente“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui